Pagina dei Capurri di Alfredo Mazzoni. Al derby sotto le bombe, in bicicletta.

Quel derby un po' così... (II parte)

La seconda parte dell’articolo sui derby tra Carpi e Modena porta gialloblu e biancorossi da una guerra all’altra. Lo scritto è liberamente tratto da Modena F.C. 1912-2012 a cura di Filippo De Rienzo, Gilberto Guerra e Alessandro Simonini (Artioli Editori 1912)

23.11.1919 Carpi-Modena 0-3. Il Modena che espugnò il campo del Carpi a  San Nicolò. Da sin.: Tirabassi (mass.), Verganti (dir.), Borgetti, Marsciani, Pedrazzi, Vacondio, Degoli, Chiecchi, Bigi, Benassati, Barbieri, Forlivesi, Boni.

23.11.1919 Carpi-Modena 0-3. Il Modena che espugnò il campo del Carpi a San Nicolò. Da sin.: Tirabassi (mass.), Verganti (dir.), Borgetti, Marsciani, Pedrazzi, Vacondio, Degoli, Chiecchi, Bigi, Benassati, Barbieri, Forlivesi, Boni.

Con la ripresa dell’attività calcistica ufficiale in seno alla FIGC nel 1919, il Modena si trovò a dover affrontare i vecchi “nemici” carpigiani nelle nuove vesti di A.C. Carpi: se la vecchia Jucunditas era ormai il passato, molti dei suoi giocatori costituivano il nerbo del nuovo sodalizio carpigiano che del vecchio aveva assunto anche i colori bianconeri (e talvolta bianconeri con fascia rossa). L’A.C. carpi, quale erede della Jucunditas fu ammessa dalla Federazione al Campionato di I categoria e fu proprio il derby con il Modena a inaugurare la ripresa dopo la forzata sosta bellica. Alla prima uscita i canarini si dimostrarono nettamente superiori, vinsero per 6-0 con il formidabile “Cava” Pedrazzi sugli scudi e si lanciarono in testa a un girone che li avrebbe visti chiudere alle spalle del solo Bologna. Il ritorno vide ancora un successo geminiano, con il veronese Chiecchi, militare a Modena, autore di una doppietta e Marsciani a chiudere il tabellino per uno 0-3 che non ammetteva repliche. Alla fin del girone il Carpi ottenne un onorevole quarto posto che però non potè bissare l’anno successivo, quando la presenza nel Girone A della I categoria emiliana di formazioni in netta crescita come Parma e Reggiana lo relegò all’ultimo posto. All’epoca nessuno lo poteva sapere ma per oltre 20 anni i due derby della stagione 1920-21 sarebbero rimasti gli ultimi tra gialloblu e biancorossi. Nel primo, a Carpi, il Modena espugnò solo nel finale il campo di San Nicolò, grazie a una prodezza del suo capitano Pippo Forlivesi, nel secondo il Carpi, mestamente avviato all’ultimo posto in classifica, si arrese ai canarini senza colpo ferire. Da quel momento il derby dovette vivere solo nei pochi incontri “amichevoli” che il Modena, saldamente nella massima divisione fino al 1932 e poi tra Serie A e B negli anni successivi, concedeva ai rivali, mestamente sprofondati nei bassi fondi delle terze serie calcistiche nazionali e di fatto diventati solo un buon serbatoio di talenti per i canarini. Da Carpi arrivarono a Modena giocatori di talento come Sabbadini e De Pietri, mentre il percorso inverso lo fecero alcune vecchie glorie gialloblu ormai giunte a fine carriera (Vezzani, Franchini, Policaro) o giovani promesse mai sbocciate (Angiolini, Pittigliani, Della Casa e tanti altri).

Carpi-Modena 0-3 (0-1), Carpi, Campo di San Nicolò, 23 novembre 1919..Formazione del Carpi. Da sin.: Setti, Maselli, Moretti, Fanconi, Giovanardi, Morselli,Balasso, Benassi, Scacchetti Armando, Scacchetti Alfredo, Tirelli.

Carpi-Modena 0-3 (0-1), Carpi, Campo di San Nicolò, 23 novembre 1919..Formazione del Carpi. Da sin.: Setti, Maselli, Moretti, Fanconi, Giovanardi, Morselli,Balasso, Benassi, Scacchetti Armando, Scacchetti Alfredo, Tirelli.

Ci vollero un’altra guerra mondiale, due invasioni e una guerra civile per far tornare il derby. Era il 1944, gli alleati avevano invaso l’Italia dal Mediterraneo, i tedeschi erano calati dalle Alpi e la Federazione, in fuga da Roma si era insediata a Venezia, da dove aveva organizzato un torneo aperto un po’ a tutti. La grande ricchezza, in termini di talento, della provincia modenese, aveva fatto sì che in quel 1944 fossero disponibili giocatori per formare due squadre competitive, il Modena (che aveva riconquistato trionfalmente la Serie A nell’estate 1943) e, appunto il Carpi (che l’anno prima aveva chiuso al 5° posto del Girone G della Serie C). Sotto le bombe il Modena, guidato dal celebre Alfredo Mazzoni (carpigiano di nascita, ma modenese per tutto il resto), schierava Zironi I, Braglia, Neri, Bulgarelli, Uneddu, Banfi e Galli (tutti tesserati) e tra gli ex canarini sfollati in città o in provincia, c’erano il “vecchio” Duilio Setti, il portiere Silingardi, Enzo Bellini, in più anche un carpigiano come Stefanini che a Modena non aveva mai giocato e il fratello di Zironi che in gialloblu era stato solo nelle giovanili.

Il Carpi 1944

Il Carpi 1944

Pure il Carpi aveva elementi di ottimo livello come Polacchi, Avanzolini, l’ex canarino Manni, Sentimenti II e il giovane talento gialloblu Renato Brighenti e, alla fine ne vennero fuori quattro derby tiratissimi anche se gli allenamenti si svolgevano tra un allarme aereo e l’altro, mentre in trasferta si andava in camion telonato. Il campionato, è giusto dirlo, fu una mezza farsa che andò peggiorando con l’aumentare delle incursioni aeree e delle azioni dei gruppi di combattenti partigiani ma i derby furono giocati con grinta e agonismo. Il Carpi impose due volte il pari agli uomini di Mazzoni, che vinsero comunque il girone, qualificandosi per le semifinali regionali in un clima di terrore, segnato dalle violenze della Wehrmacht a Monchio, dove furono uccisi 130 civili italiani. Entrambe le squadre si qualificarono per le semifinali, dove si trovarono in un girone con Suzzara e Spezia. Nel terzo e nel quarto derby i canarini ebbero la meglio entrambe le volte (2-1 e 0-1) ma la prima vittoria fu assegnata al Carpi a tavolino per un errore nel tesseramento del mirandolese Malavasi. Il campionato finì, paradossalmente, proprio al Papotti di Carpi, dove il Modena giocò in campo neutro la partita contro la Suzzarese per l’indisponibilità del Marzari, centrato dalle bombe alleate. In un clima ostile alcuni tifosi-squadristi carpigiani iniziarono a cercare di intimidire i giocatori gialloblu, mentre l’arbitro, un esordiente della propaganda chiamato all’ultimo a sostituire il direttore di gara  designato prendeva fischi per fiaschi: espulse Goldoni e Uneddu, che si rifiutarono di uscire, allora nella bolgia comparve anche una pistola, qualcuno giurò addirittura che furono sparati dei colpi. Il povero Zambelli di Carpi, l’arbitro, scappò via, e forse fece bene. Lo Spezia vinse il girone, Modena e Carpi furono eliminate, e sarebbero passati ancora anni e anni prima di tornare a vedere un derby della provincia.

Il Modena 1944 nella formazione vittoriosa contro la Reggiana alla prima di campionato.

Il Modena 1944 nella formazione vittoriosa contro la Reggiana alla prima di campionato.

 

 

 

 

Sunto partite ufficiali tra Modena F.C. e A.C. Carpi tra il 1919 e il 1944
I. Modena-Carpi 6-0 (2-0), Modena, Campo di Viale Fontanelli, 12 ottobre 1919
MODENA: Borgetti; Boni, Vacondio; Degoli, Bigi, Benassati; Barbieri, Pedrazzi, Minchio, Marsciani, Forlivesi. All.: C.T. (Casini-Vivi-Fontana).
CARPI: Setti; Paltrinieri, Facci; Benassi, Scacchetti, Fanconi; Casarini, Morselli, Moretti, Maselli, Tirelli. All.: Hort.
Arbitro: Fontana di Bologna.
Marcatori:
Modena: Marsciani (3’, 87’), Pedrazzi (44’, 72’), Minchio (65’), Forlivesi (rig. 78’).
VI. Carpi-Modena 0-3 (0-1), Carpi, Campo di San Nicolò, 23 novembre 1919.
CARPI: Setti; Scacchetti II, Fanconi; Benassi, Giovanardi, Scacchetti A; Maselli, Balasso, Moretti, Morselli,  Tirelli. All.: Hort.
MODENA: Borgetti; Boni, Vacondio; Degoli, Bigi, Benassati; Barbieri, Pedrazzi, Chiecchi, Marsciani, Forlivesi. All.: C.T. (Casini-Vivi-Fontana).
Arbitro: Ortali di Bologna
Marcatori:
Modena: Chiecchi ( 30’, 52’), Marsciani (77’)
Note: sole splendido e pubblico affollato.
II. Carpi-Modena 1-2 (1-1), Carpi, Campo di San Nicolò, 31 ottobre 1920.
CARPI: Setti, Paltrinieri, Bassi; Giovanardi, Scacchetti II, Benassi; Maselli I, Moretti, Balasso, Morselli, Tirelli II. All.: Hort.
MODENA: Brancolini; Bompani, Contini; Barbieri, Boni, Benassati; Abbati, Frassoldati, Pedrazzi, Bezzecchi, Forlivesi. All.: C.T. (Minchio-Verganti-Zanasi).
Arbitro: Pasquinelli di Bologna
Marcatori:
Carpi: Morselli (37’)
Modena: Bezzecchi (20’), Forlivesi (76’)
VII. Modena-Carpi 6-0 (2-0), Modena, Campo di Viale Fontanelli, 19 dicembre 1920
MODENA: Brancolini; Boni, Bompani; Barbieri, Colombini, Benassati; Frassoldati, Abbati, Pedrazzi, Bezzecchi, Forlivesi. All.: C.T. (Bertazzoni-Cabassi-Mariani-Martinelli-Pierallini).
CARPI: Setti; Morselli, Maselli II; Benassi, Scacchetti, Giorgi; Maselli I, Giovanardi, Camurri, Moretti, Tirelli. All.: Hort.
Arbitro: Caroncini di Parma
Marcatori:
Modena:  Abbati (18’, 35’), Frassoldati (47’), Barbieri (65’, 71’), Forlivesi (81’).
Note: campo pesantissimo per le piogge cadute a dirotto nei giorni antecedenti la gara. Setti para un rigore a Barbieri all’88’. Espulsi Benassi al 55’ e Maselli all’88’. Angoli: 3-1 (2-1)
III. Carpi-Modena 0-0, Carpi, Campo Polisportivo Mario Papotti, 27 febbraio 1944
CARPI: Sentimenti II; Manni, Furiassi; Vellani, Avanzolini, Gavioli; Polacchi, Biagiotti, Bonaretti, Borsari, Barbieri. All.: Moretti.
MODENA: Silingardi; Galli I, Braglia; Uneddu, Stefanini, Uneddu; Zironi I, Bellini, Banfi, Bulgarelli, Mazzoni. All.: Mazzoni
Arbitro: Poggipollini di Ferrara
VII. Modena-Carpi 1-1 (1-0), Modena, Stadio Cesare Marzari, 11 aprile 1944
MODENA: Silingardi; Setti, Braglia; Uneddu, Stefanini, Goldoni; Zironi I, Santunione, Banfi, Bulgarelli, Zironi II. All.: Mazzoni
CARPI: Sentimenti II; Manni, Furiassi; Vellani, Avanzolini, Gavioli; Polacchi, Brighenti I, Bonaretti, Morisco, Barbieri. All.: Moretti.
Arbitro: Mambrini di Mantova
Marcatori:
Modena: Zironi II (25’)
Carpi: Brighenti I (58’)
Note: 2527 paganti per un incasso di L. 22.765.
 
I. Modena-Carpi 0-2 a tavolino, sul campo 2-1 (2-1), Modena, Stadio Cesare Marzari, 11 maggio 1944
MODENA: Silingardi; Setti, Braglia; Uneddu, Stefanini, Galli I; Zironi I, Bellini, Malavasi, Bulgarelli, Zironi II. All.: Mazzoni
CARPI: Sentimenti II; Vellani, Furiassi; Codeluppi, Avanzolini, Gavioli; Polacchi, Bonaretti, Brighenti I, Morisco, Barbieri. All.: Moretti.
Arbitro: Bersellini di Bologna
Marcatori:
Modena: Bulgarelli (21’, 43’)
Carpi: Polacchi (44’)
Note: il Direttorio VII Zona deliberò il 2 giugno 1944 la sconfitta a tavolino del Modena per avere fatto giocare Malavasi, della classe 1922, riconosciuto temporaneamente inabile al servizio militare.  
IV. Carpi-Modena 0-1 (0-0), Carpi, Campo Polisportivo Mario Papotti, 21 maggio 1944
CARPI: Sentimenti II; Furiassi, Vellani; Codeluppi, Avanzolini, Gavioli; Polacchi, Morisco, Borsari, Brighenti I, Barbieri. All.: Moretti.
MODENA: Silingardi; Setti, Braglia; Uneddu, Santunione, Goldoni; Zironi I, Galli, Banfi, Bulgarelli, Zironi II. All.: Mazzoni
Arbitro: Penazzi di Bologna
Marcatori:
Modena: Bulgarelli (88’)
Sunto incontri amichevoli tra Modena e Carpi tra il 1921 e il 1943
Carpi-Modena 0-1 (0-1), Carpi, Campo di San Nicolò, 15 aprile 1923
Modena-Carpi 4-1 (2-1), Modena, Campo di Viale Fontanelli, 10 giugno 1923
Modena-Carpi 3-0 (1-0), Modena, Capo di Viale Fontanelli, 20 gennaio 1924
Carpi-Modena 3-0 (1-0), Carpi, Campo di San Nicolò, 27 aprile 1924
Modena-Carpi 5-2,  Modena, Campo di Viale Fontanelli, 4 novembre 1926
Modena-Carpi 4-0, Modena, Campo di Via Fontanelli, 27 maggio 1928
Carpi-Modena 1-0 (1-0), Carpi, Campo Polisportivo Comunale, 2 dicembre 1928
Carpi-Modena 1-1 (0-1), Carpi, Campo Polisportivo Comunale, 28 agosto 1932
Modena-Carpi 2-2 (1-1), Modena, Campo di Viale Fontanelli, 20 settembre 1934
Modena-Carpi 5-3, Spilamberto, Campo Sportivo del Littorio, 27 settembre 1934
Modena-Carpi 3-0, Modena, Campo di Viale Fontanelli, 1 gennaio 1935
Carpi-Modena 0-2 (0-1, 0-2), Carpi, Campo Polisportivo Comunale, 9 settembre 1938
Filippo De Rienzo

Filippo De Rienzo

Ove si canta di gesta antiche di eroi in mutande e del gran Cinese, dei Longobardi e delle Brigate che in pugna alto sepper tenere il nome di Modena, le gialle schiere.Autore e curatore del volume “Modena Football club 1912- 2012” Nella foto: Luciano Vezzani

Condividi