Le ragazze della BVME hanno raggiunto il 7° posto

Beach Volley, la BVME di Modena alla 2ª giornata del Campionato Italiano per Società

Nel week-end appena trascorso è andata in scena la 2ª giornata del Campionato Italiano per Società di Beach Volley, alla quale hanno preso parte anche le ragazze e i ragazzi della BVME di Modena, per la Categoria PRO. Due Teams da 4 atleti l’uno che condividono sorti simili, nonostante giocassero a molti chilometri di distanza. Entrambi i gruppi si scontrano nei gironi di ferro della competizione, incontrando le migliori società dei rispettivi raggruppamenti.

Partiamo con ordine dando la precedenza alle ragazze di coach Alessandro Francesconi impegnate al “Beach Stadium” di Mantova con la Tappa organizzata dalla Casa del Beach. Catastrofico l’inizio della coppia Lotito/Vezzani che, complice la forma fisica non eccezionale e il jet lag dei 3.000 km compiuti nemmeno 4 ore prima dalla giocatrice di muro, si arrende senza lottare in un match a senso unico contro Zavatta/Grisanti. Biscaro/Luise, dopo un primo set un po’ traballante, affrontano a muso duro la coppia di diamante Toti/Consolini. Nonostante la sconfitta, si intravedono sprazzi del bel gioco di cui sono capaci, grazie all’ottima correlazione muro difesa, che porta ad un immediato sfociare nell’agonismo più puro e sublime. Il secondo match è contro la scuola gemellata della Beach Volley Maremma, guidata da coach Francesco Bertolini. Lotito/Vezzani iniziano a giocare meglio grazie alle ottime alzate di Lotito, ma non basta a superare la coppia Giampaolo/Machetti. Nell’altro campo Luise/Biscaro contro Giovi/Paradisi conducono uno show sportivo di altri tempi, portandosi al terzo set grazie ai muri di #NetPatroller Biscaro. Dal canto suo, Luise entra in trance agonistica, recuperando palloni impossibili e ribadendo con attacchi imprevedibili e veloci. Vittoria e via verso Golden Set. Capitan Luise, dato lo straordinario stato di forma della compagna Biscaro, dà fiducia a Lotito/Biscaro, che vengono, però, sconfitte da Machetti/Paradisi in un match a senso unico. L’ultimo match del girone si gioca contro Parma, portato anche questo al Golden Set e affidato all’inedita coppia Vezzani/Biscaro che, dopo un inizio difficile, gioca bene con attacchi efficaci, anche se finiscono per arrendersi per 15-12, con qualche rimpianto sugli errori di Vezzani. 7° posto, dunque, alla 2ª tappa del Campionato Italiano per Società per le ragazze della BVME.

Passiamo ai ragazzi capitanati da coach Alessandro Francesconi, dove il sorteggio non arride nemmeno loro, portandoli a scontrarsi con la prima e la seconda società del Campionato in un unico girone. Subito prova di carattere per i ragazzi della BVME che si scontrano con gli schiacciasassi della Real Beach di Padova: Garghella/Maniero vs Tarquini/Francesconi. Un 1° set un po’ incerto, ma, grazie alla preparazione della settimana precedente a Tenerife con la BVM, sfoderano il carattere per cui sono diventati famosi, regalando un 2° set al cardiopalma che li vede in testa fino alla fine, finché il talento Maniero non inserisce una marcia in più e brucia gli ultimi due punti con attacchi fulminanti, regalando la vittoria alla propria società. Meno entusiasmante il match parallelo tra le due società: Bovolenta/Marianni vs Carpita/Cervelli. I 2 giocatori della Real Beach conquistano la vittoria per 2-0 complice anche una non splendida prestazione di Carpita che lascia l’amaro in bocca all’inedita coppia. Il secondo scontro è con il Beach Volley Verona: Rosiglioni/Chini vs Tarquini/Francesconi. La superiorità tecnica e fisica di Rosiglioni manda fuori fase Tarquini, regalando tanti errori alla coppia di Verona. Nonostante questo, la battuta tattica di Francesconi risolleva le sorti della partita portando la BVME alla vittoria. 2° set ancora tiratissimo tra le due squadre, dove Verona recupera dal 14-11 al 14-14, ma con un cambio palla disperato la BVME scalza il ritmo positivo degli avversari concedendogli la vittoria per 16-14. Anche lo scontro parallelo tra Grandi/Corti e Carpita/Cervelli si conclude al meglio con le palle piazzate di Carpita e le meravigliose difese di Cervelli che si aggiudicano una gara a senso unico per 2-0.

L’ultimo scontro è con la società regina del Campionato: la Beach Volley League. Il primo match vede di fronte Carpita/Cervelli e Dall’Olio/Gandolfi. Uno scontro perfetto giocato dai ragazzi della BVME, grazie alla perfezione in alzata di Carpita e alla maestria di Cervelli. I due ragazzi di Modena sembrano dominare fino all’ultimo scambio il match, finché due battute piazzate con meravigliosa tecnica rompono il ritmo positivo dei due atleti della BVME, terminando il 1° set ai vantaggi per 15-17. Il 2° set è ancora al cardiopalma, con uno scatenato Cervelli che infuoca ogni singolo pallone fino alla fine, quando la fatica prende il sopravvento e la BVL riesce a  rosicare sempre più punti in battuta concedendole la vittoria. Nulla da fare per la partita parallela tra società, che vedeva di fronte Tarquini/Francesconi contro Pera/Nicolini. La gara, in entrambi i sets,si gioca punto a punto finché, sempre sul finale, la coppia modenese si arrende ad una devastante BVL che spazza via ogni difesa a suon di attacchi devastanti.Il PRO Maschile della BVME conclude la tappa al 5° posto.Si concludono così le avventure per entrambi i teams PRO della BVME che hanno dimostrato, soprattutto in questa ultima tappa, il cammino e i miglioramenti incredibili fatti nell’arco di soli tre mesi, passando da fare tornei simil-pallavolistici tra amici per poi passare alle tappe del Campionato italiano.Risultati incredibili per la neonata società sportiva di Modena che già si è fatta ampiamente valere a livello italiano ed oltre, con coach Alessandro Francesconi che promette ancora più successi su tutta la linea dell’enorme potenziale di tutti i suoi corsisti. L’attenzione ora si sposta sulle splendide ragazze dell’Amatoriale BVME che scenderanno in campo nel prossimo week-end.

Giovanni Cristiano

Giovanni Cristiano

Classe 1991, calabrese di nascita ed emiliano di adozione. Se c'è un pallone che rotola, lì, ci sono anch'io. Da sempre sui campi da calcio, per una passione che non conosce confini.

Condividi