Foto: Salvatore Marrone

Liu Jo Nordmeccanica Modena. Gaspari verso Bergamo: "In settimana abbiamo lavorato bene"

Prima gara lontano dal PalaPanini in campionato per la Liu•Jo Nordmeccanica Modena, che domani sarà di scena a Bergamo per la sfida con la Foppapedretti. Le ragazze di coach Gaspari devono mettersi alle spalle la brutta prova dell’esordio con Scandicci, innanzitutto per muovere la classifica e poi perché serve rialzare subito testa e morale come spiega coach Gaspari: “Dobbiamo far tesoro della brutta prestazione di sabato scorso dove abbiamo sbagliato, ma fortunatamente abbiamo avuto la possibilità di lavorare tutta settimana bene e al completo. Abbiamo provato a sistemare alcune situazioni di campo che stiamo scoprendo man mano e adesso affrontiamo un avversario che ha esordito un po’ come noi, ma avrà voglia di riscatto. Come detto al termine della partita di Scandicci, poche parole, cerchiamo di essere pratici e produttivi portando a casa il risultato che vogliamo”.

Modena e Bergamo sono due squadre ancora alla ricerca del proprio gioco, ma per Gaspari non sono le uniche: “Penso che ci siano tante squadre con questo problema. Per me l’esordio non è solo la prima partita, ma tutte le prime 3-4. Difficilmente in questo periodo si vedrà la miglior pallavolo sia per chi deve vincere che per chi ha allestito formazioni da media classifica. Ognuno ha i suoi problemi e deve pensare a risolverli nel miglior modo possibile, diminuendo in poco tempo il numero di errori. Bisogna lavorare insieme e avere un po’ di pazienza perché l’importante è il risultato, questo è il nostro obiettivo per domani, ma anche cercare di migliorare ogni aspetto del gioco step by step”.

Infine uno sguardo alla settimana di lavoro e all’avversario: “Abbiamo lavorato bene e tanto tutte insieme, la scorsa settimana avevamo fatto zero allenamento per mille motivi con la squadra che poi è scesa in campo. In ogni caso non è accettabile un atteggiamento come quello che abbiamo messo in campo e perciò abbiamo lavorato anche su questo, sull’aver pazienza nei momenti di difficoltà, soprattutto in seconda linea. Dobbiamo cercare di gestire bene il colpo. Per quanto riguarda Bergamo la cosa più importante è mantenere ordine sul muro-difesa nelle loro situazioni negative. Bisogna cercare di essere ordinati su Marco, Sylla, Acosta e Malagurski, ma anche evitare che il palleggiatore possa innescare i centrali non tanto per la forza fisica di Popovic, ma anche perché hanno a disposizione una giocatrice come Paggi che con la sua esperienza può dare un grosso aiuto alla squadra. Dopo una performance come quella con Scandicci siamo in una condizione che per un po’ dovremo rimanere a testa bassa, lavorare e cercare di portare a casa un risultato. Per il gioco dovremo avere pazienza perché stiamo lavorando insieme ancora da poco, quindi ci sta”.

Intervista video tratta dal canale YouTube Liu Jo Nordmeccanica Modena.

Monica Mares

Monica Mares

Monica Mares, torinese classe 1981 si avvicina alla pallavolo nel 2006 quando, durante i giochi olimpici invernali di Torino 2006, lavora come assistente personale di Roberto Ctvrtlik, ex giocatore statunitense degli anni '90. Cinque anni dopo inizia a collaborare con il Giaveno volley in A2. Dal 2011 al Gennaio 2013 la troviamo a Modena, nello staff gestione della parte stampa e comunicazione web della squadra femminile. Firma di Pallavoliamo.it entra nella nostra scuderia per raccontarci le emozioni, i retroscena e gli sviluppi del volley. Passione, grinta e determinazione rappresentano questa ragazza che arriva dal nuoto sincronizzato e cui motto è " Atleta ero e atleta resterò per sempre"

Condividi