Modena Volley, le parole di Stoytchev e Rossini alla vigilia del match contro Vibo Valentia

Si sono tenute ieri dopo la conferenza dedicata al progetto Randstad Next le interviste all’Head Coach Radostin Stoytchev e al libero Salvatore Rossini in vista della gara che Azimut Modena Volley andrà a disputare domani sera alle 20,30 a Vibo Valentia con la Tonno Callipo Calabria.

Queste le dichiarazioni di Coach Stoytchev“Abbiamo vinto all’inizio stagione tante gare 3-0 poi sono arrivate le vittorie sofferte, quelle che fanno crescere, sono contento dei risultati, meno del gioco. Siamo distanti dal livello che voglio, vedo i punti deboli, le cose su cui dobbiamo lavorare, tengo conto delle problematiche che abbiamo e conosco bene la strada da percorrere, ma occorre il tempo necessario. L’inserimento del nuovo palleggiatore Penchev? Finalmente potremo lavorare 6 contro 6 in palestra ed avere un possibile cambio nel caso Bruno abbia un problema. La trasferta di Vibo? Tutte le partite sono complicate, non abbiamo ancora la qualità per vincere tranquillamente con nessuno, abbiamo avuto poco tempo per preparare il match, ci sono giocatori infortunati e Vibo ha buona qualità, in una gara secca può mettere in difficoltà chiunque. La Final Four di Coppa Italia a Bari? La Lega ha deciso così e io sono contento di partecipare ad un evento che fa bene al volley. Per i nostri tifosi è scomodo, per loro sarà un problema spostarsi vista la distanza, ma spero si organizzino e vengano in tanti al nostro seguito, per noi sono fondamentali, un fattore determinante. Tine Urnaut? Ha avuto dei problemi negli ultimi dieci giorni, si sta riprendendo, spero di averlo a disposizione prima possibile”

Dobbiamo continuare a vincere – ha spiegato il libero Salvatore Rossini -, in vista degli appuntamenti di gennaio abbiamo caricato tanto in sala pesi e sapevamo che potevano esserci difficoltà. Dal punto di vista personale è un momento complicato, il dispiacere di non giocare tutta l’ultima gara è stato grande, non mi era mai capitata una cosa come quella vissuta domenica scorsa con Milano, ma io sono tranquillo, ottimista e sono sicuro che il lavoro che sto facendo è quello giusto, è una parentesi che verrà chiusa al più presto. Vibo è una squadra forte, che in casa si esprime al meglio, giocheranno senza pressioni, a a braccio sciolto, noi dobbiamo essere uniti e compatti e portare a casa i tre punti”

Martina Cappon

Martina Cappon

Studentessa di comunicazione ed economia, appassionata di volley, motociclismo e Formula uno. Cresciuta con le Rosse nel cuore, vorrei far diventare una passione... il mio lavoro. Dopo un’esperienza lavorativa nel mondo delle maratone, un po’ per caso, mi sono riavvicinata alla pallavolo: sport che ho praticato durante tutta l’adolescenza. Curiosa come una bambina, determinata come un atleta, se ho un obiettivo faccio di tutto per raggiungerlo.

Condividi