I partecipanti della tappa iniziale a Viareggio (LU)

Beach Volley, la carovana del "Mix Giurlani" sbarca a Modena

Viareggio-Modena-Sesto San Giovanni. Sono questi i tre antipasti che fanno da preludio al mega evento estivo di Beach Volley, il “Mix Giurlani“, divenuto ormai una piacevole consuetudine, sulle spiagge toscane di Torre del Lago, in Versilia. Un tour invernale, quasi a voler scaldare i motori, che dopo esser partito dalla Toscana fa tappa anche a Modena, sulla sabbia dell’Oasi Beach. Saranno 80 i beachers, divisi in 40 coppie, che domenica 11 febbraio si contenderanno la vittoria nel torneo misto amatoriale di Beach Volley più grande d’Italia. Il “Mix Giurlani” è diventato famoso nella sua versione estiva che si svolge sempre in Versilia il primo week end di luglio, e che in due giorni di gare raccoglie circa 250 giocatori amatoriali (e non) provenienti da tutta Italia. La Crew degli organizzatori è stata riconfermata, assicurando così, come sempre, il massimo del divertimento.

Per la prima volta con gli abiti invernali, la Winter Edition del “Mix Giurlani” e partita lo scorso 21 gennaio da Viareggio, e l’11 febbraio approderà a Modena, prima dell’evento finale programmato per il 4 marzo a Sesto San Giovanni (MI). Tra le adesioni dei beachers, per la tappa di Modena, ce n’è per tutti i gusti. Ci saranno giocatori provenienti non solo dall’Emilia-Romagna, ma anche da Toscana, Lombardia e Piemonte. La tappa in questione è programmata per domenica 11 febbraio, con inizio alle ore 8:30, sulla sabbia della Oasi Beach, a Modena, in via Livingstone. Si giocherà su 5 campi, con dieci gironi da quattro squadre. Dopo la prima fase a gironi si stabilirà una classifica assoluta in base alle vittorie/sconfitte e ai punti fatti/subiti. Da lì le quaranta squadre verranno divise in due tabelloni separati da 20 coppie, denominati Silver e Gold. Partirà, così, la fase ad eliminazione diretta.

Maggiori informazioni su quest’evento sono consultabili CLICCANDO QUI.

Giovanni Cristiano

Giovanni Cristiano

Classe 1991, calabrese di nascita ed emiliano di adozione. Se c'è un pallone che rotola, lì, ci sono anch'io. Da sempre sui campi da calcio, per una passione che non conosce confini.

Condividi