Matej Mohoric esulta sul traguardo di Gualdo Tadino

Giro d'Italia, 10ª tappa: a Gualdo Tadino la prima volta di Matej Mohoric

La prima vittoria al Giro d’Italia non si scorda mai. Gioia che per Matej Mohoric, sloveno della Bahrain Merida, è arrivata nella giornata di oggi sul traguardo di Gualdo Tadino. Doppia fuga per Mohoric, che dopo esser stato ripreso una prima volta, ha insistito ed è stato premiato. Maglia Rosa ancora, saldamente, sulle spalle di Simon Yates.

LA CORSA – Nella tappa più lunga del Giro d’Italia 2018 vanno in fuga in dodici: Luis Leon Sanchez (Astana), Tony Martin (Katusha-Alpecin), Davide Ballerini (Androni-Sidermec), Ben King (Dimension Data), Valerio Conti (Uae-Emirates), Matteo Montaguti (Ag2r), Matej Mohoric (Bahrain-Merida), Ben Hermans e Krists Neilands (Israel Cycling Academy), Jarlinson Pantano (Trek-Segafredo), Koen Bouwman (LottoNL-Jumbo) e Giulio Ciccone (Bardiani-Csf). Il gruppo è guidato dal team Sky, dal quale sorprendentemente si stacca Esteban Chaves, il quale avrà una giornata da dimenticare. Dopo il TV di Sarnano scatta Marco Frapporti, mentre a 20 km dalla fine Nico Denz (Ag2r) raggiunge in discesa la testa della corsa. Alla fine sarà una volata a due, con Mohoric e Denz che si studiano fino all’ultimo istante, ma alla fine è lo sloveno a festeggiare.

I primi 10 all’arrivo di Gualdo Tadino: 1. Matej MOHORIC (Slo – Bahrain-Merida); 2. Denz (Ger); 3. S. Bennett (Irl) a 34’’; 4. Battaglin (Ita); 5. Ballerini (Ita); 6. Würtz Schmidt (Dan); 7. Gavazzi (Ita); 8. Pantano (Col); 9. Brambilla (Ita); 10. Gonçalves (Por).

CLASSIFICA GENERALE: 1. Simon YATES (Gb – Mitchelton-Scott); 2. Dumoulin (Ola) a 41’’; 3. Pinot (Fra) a 46’’; 4. Pozzovivo (Ita) a 1’; 5. Carapaz (Ecu) a 1’23’’; 6. G. Bennett (N.Zel) a 1’36’’; 7. Dennis (Aus) a 2’08’’; 8. Bilbao (Spa); 9. Woods (Can) a 2’28’’; 10. Froome (Gb) a 2’30’’; 12. Lopez (Col) a 2’37’’; 14. Aru (Ita) a 2’39’’.

PROSSIMA TAPPA – Domani andrà in scena l’11ª tappa, che prevede i 156 km da Assisi a Osimo. Tappa appenninica che valica la parte Umbro-Marchigiana attraverso il Passo del Cornello per portarsi oltre Cingoli e affrontare alcuni Muri tipici della zona. In particolare, verrà scalato il Muro di Filottrano e nel finale le strade interne di Osimo. La tappa si svolge su strade di media dimensione e con manto stradale a tratti usurato.

Giovanni Cristiano

Giovanni Cristiano

Classe 1991, calabrese di nascita ed emiliano di adozione. Se c'è un pallone che rotola, lì, ci sono anch'io. Da sempre sui campi da calcio, per una passione che non conosce confini.

Condividi