Sam Bennett esulta sul traguardo di Imola

Giro d'Italia, 12ª tappa: sotto il diluvio di Imola vince Bennet

Quella di oggi era, sulla carta, la classica tappa da “recupero”, vista la sua altimetria. A complicare le cose, però, ci si sono messi pioggia strategie. All’Autodromo di Imola, sotto il diluvio, sfreccia Sam Bennett (Bora-Hasgrohe), che va a vincere la 12ª tappa del Giro d’Italia 2018 su Van Poppel e Bonifazio. Pochi sconvolgimenti nella classifica generale, con Simon Yates ancora a farla da padrone con la sua Maglia Rosa.

LA CORSA – Già dopo 3 km dalla partenza di Osimo, prende il via la fuga. Davanti si piazzano la Bardiani-Csf con Mirco Maestri e Manuel Senni, la Wilier-Selle Italia con Eugert Zhupa e Jacopo Mosca, mentre l’Androni-Sidermec mette davanti Marco Frapporti. Quest’ultimo vince i traguardi volanti di Pesaro e Forlì, e supera i 500 km in fuga in questa edizione del Giro. A 30 km dall’arrivo, sulla corsa si scatena un forte acquazzone, e via via i fuggitivi vengono ripresi. A 20 km dal traguardo, Wellens prova a sorprendere tutti, ma si arrende dopo pochi chilometri. In vista del rettilineo finale si forma una lotta a due tra Mohoric e Betancur. I due si studiano troppo, e da dietro Bennet non ci pensa più di tanto a piazzare lo sprint vincente al termine di un’altra tappa ricca di emozioni.

L’arrivo di Imola: 1. Sam BENNETT (Irl – Bora-Hasgrohe); 2. Van Poppel (Ola); 3. Bonifazio (Ita); 4. Planckaert (Bel); 5. Roelandts (Bel); 6. Morkov (Dan); 7. Belletti (Ita); 8. Venturini (Fra); 9. Senechal (Fra); 10. Battaglin (Ita); 18. Pozzovivo (Ita); 20. Carapaz (Ecu); 27. Dumoulin (Ola); 28. G. Bennett (N. Zel); 32. S. Yates (Gb); 36. Lopez (Col); 37. Froome (Gb); 38. Pinot (Fra); 42. Aru (Ita).

CLASSIFICA GENERALE: 1. Simon YATES (Gb – Mitchelton-Scott); 2. Dumoulin (Ola) a 47’’; 3. Pinot (Fra) a 1’04’’; 4. Pozzovivo (Ita) a 1’18’’; 5. Carapaz (Ecu) a 1’56’’; 6. G. Bennett (N.Zel) a 2’09’’; 7. Dennis (Aus) a 2’36’’; 8. Bilbao (Spa) a 2’54’’; 9. Konrad (Aut) a 2’55’’; 10. Aru (Ita) a 3’10’’; 11. Lopez (Col) a 3’17’’; 12. Froome (Gb) a 3’20’’.

PROSSIMA TAPPA – Domani andrà in scena la 13ª tappa, che prevede i 180 km da Ferrara a Nervesa della Battaglia. Tappa assolutamente piatta che attraversa la pianura Padana orientale da sud a nord. Da segnalare numerosi attraversamenti cittadini con rotatorie, spartitraffico e dossi rallentatori. A 30 km dall’arrivo primo passaggio sul traguardo per affrontare il Montello da un versante “soft”, con ultimo scollinamento a 20 km dall’arrivo.

Giovanni Cristiano

Giovanni Cristiano

Classe 1991, calabrese di nascita ed emiliano di adozione. Se c'è un pallone che rotola, lì, ci sono anch'io. Da sempre sui campi da calcio, per una passione che non conosce confini.

Condividi