Hockey - Amatori Modena 1945, direttore tecnico Massimo Baraldi: “Tanta soddisfazione per il Camp. Nella prossima stagione partiamo da una base buona”

Il Direttore Tecnico di Amatori Modena 1945, Massimo Baraldi, direttamente da Fanano, ha commentato così lo svolgimento dei Camp: “C’è tanta soddisfazione, soprattutto pensando che tre anni fa avevamo un camp con la partecipazione di 15 ragazzi. L’anno scorso ha preso piede questo progetto di unire i nostri ragazzi e quelli provenienti da altre regioni con un’associazione di ragazzi diversamente abili. Stiamo procedendo bene, siamo contenti perché abbiamo avuto modo di unire due realtà, rimanendo inoltre piacevolmente sorpresi soprattutto dai più piccoli che hanno dimostrato un’attenzione particolare verso questo mondo. L’obiettivo del Camp è quello di unire e far vedere ai nostri bimbi che ci sono situazioni diverse da quelle che incontrano tutti i giorni, la vita può essere piacevole anche se non sei fortunato”. Baraldi si è poi soffermato sugli obiettivi della prossima stagione, illustrando inoltre un interessante progetto: “Partiamo da una base buona, che vorremmo ampliare con un progetto che abbiamo presentato ai Comuni di Modena e Castelnuovo. È rivolto alle scuole materne, dai quattro ai sei anni, e prevede di portare i bimbi a pattinare al mattino durante l’orario scolastico. È un progetto impegnativo, ma è la base per attirare forze nuove per uno sport che fa fatica ad emergere e a reperire materia prima. L’hockey è uno sport molto bello, ma è difficile perché bisogna imparare a pattinare e poi ad usare il bastone, unendo abilità tecniche e di equilibrio con il movimento delle mani. È un sincronismo complicato, posso però dire che se si superano al meglio i primi due/tre anni ci si innamora di questo sport. Speriamo di avere un supporto da questo progetto nelle materne perché è fondamentale partire dalla base prima che altri sport ti rubino i bimbi”.

Condividi