Impresa Terraquilia in Toscana con prodezza finale di Marrochi, semifinale distante un solo punto

PRATO– Con un prestazione tutta cuore, e volontà la Terraquilia Handball Carpi strappa una sofferta vittoria al “PalaEstra” di Prato. Sesta sconfitta in altrettante partite (tra campionato e coppa) per la squadra di Morlacco ma questa certamente è la più pesante. Sconfitta che complica non poco i piani della squadra toscana che, battuta sette giorni orsono da Imola a domicilio, ora dovrà guardarsi pericolosamente alle spalle con i romagnoli che vittoriosi a Teramo spingono e ora credono nella possibilità del “miracolo” sportivo potendo giocare il ritorno contro Prato fra le ostiche mura amiche.

Sorride invece Carpi che con questa vittoria aritmeticamente si garantisce quantomeno il secondo posto che significherebbe spareggio, ma più realisticamente mette in cassaforte il primo posto e il conseguente passaggio diretto alle semifinali.

Partita tiratissima quella del “PalaEstra” con i toscani per larghi tratti del match avanti e capaci  di chiudere la prima frazione di gioco meritatamente in vantaggio per 15-13 con i carpigiani troppo timorosi al momento di andare al tiro e con tanti errori in fase di ultimo passaggio e con il solo Tojcic a tenere a galla i biancorossi di coach Serafini.

La ripresa comincia con Ambra che prova la fuga e va sopra anche  di quattro lunghezze con il solito Raupenas coadiuvato dalle ottime prove di Maraldi e De Stefano, cinici e letali in fase realizzativa. Ma Carpi è squadra maschia e Serafini da fondo a tutte le risorse a disposizione nella sua panchina e gli apporti di Piccinini, Bellotti e Pieracci risulteranno fondamentali per far rifiatare i “big” non facendoli minimamente rimpiangere. Nota speciale per Sperti che apparso opaco e poco preciso nella prima frazione diventa protagonista con due splendide reti in contropiede che regalano a Carpi l’aggancio sul 23 pari e poi il decisivo sorpasso a meno di due minuti dalla fine. Quando sembra fatta però accade che l’esperto Zoboli venga escluso per due minuti e quindi lasci la squadra in inferiorità numerica fino al termine della gara. Ci si prepara al peggio ma un gol monumentale del leader e capitano Marrochi e una parata esagerata del “Baschio” Baschieri consentono a Carpi di chiudere la partita sul 23-25 ridotto di una lunghezza su rigore da Maraldi, ultimo ad arrendersi,  a tempo scaduto.

Poi scatta la festa di Carpi al quale manca solo un punto per zittire anche l’aritmetica per accedere alle semifinali come prima del girone e quindi senza passare per gli spareggi. Il patron Cerchiari tuttavia a fine partita resta concentrato:” voglio vincerle tutte da qui alle semifinali perchè vincere sempre aiuta a vincere!”

TABELLINO

AMBRA: Ballini 1, Chiaramonti, Dei 3, De Stefano 6, Di Marcello A., Di Marcello P., Faggi 1, Mannori, Maraldi 5, Morini, Naldoni, Trinci, Raupenas 8, Margheri. All. Morlacco

TERRAQUILIA HANDBALL CARPI: Malavasi, Baschieri, Basic 1, Bellotti, Di Matteo 6, Marrochi 3, Molina 1, Piccinini, Pieracci 1, Polito 1, Skatar 5, Sperti 2, Tojcic 5, Zoboli. All. Serafini

Arbitri: Iaconello – Iaconello

Rigori: 4/5 (C); 2/3 (A)

Sospensioni: 5 (C); 4(A)

Espulsione diretta: Faggi per pugno a Sperti

Spettatori: 200 di cui 50 da Carpi

CLASSIFICA GIRONCINO POULE 

Terraquilia Carpi 18, Ambra 9, Romagna 6, TeknoElettronica Teramo 3