IL CENTRO TIFO MODENA. Cosa rappresentata per noi, oggi, il calcio in Italia?

 

 di Gaggio

Cosa rappresentata per noi, oggi, il calcio in Italia?

Un gioco, un’industria, una malattia ….

Forse nulla ed insieme tutto questo, ma di certo occupa una parte importante nella storia sociale e nei costumi del nostro paese e, a volte, di veri e propri sogni. Per altri invece è un semplice “spettacolo”, un business che ha risvolti economici e commerciali.

Il nostro progetto ha voluto promuovere uno sport “per unire”, un modo per educare i giovani al gioco e alla pratica sportiva.

L’obbiettivo è sempre stato quello di diffondere una cultura positiva del tifo come momento di divertimento e aggregazione, per cercare di limitare i comportamenti  intolleranti di tifosi e non tifosi: a tal fine abbiamo sempre combattuto il razzismo ed il calcio moderno, negli stadi e ovunque si pratichi sport , anche a livello amatoriale.

Modena Antirazzista

Grazie al contributo di tutti, sia quelli che si sono “sbattuti” sia quelli che hanno “solo” partecipato”, in questi  11 anni abbiamo realizzato fantastici progetti che ci hanno dato la possibilità di stare insieme, di aiutare persone meno fortunate di noi, di aver mantenuto viva un certo tipo di cultura “Ultras” a Modena ricevendo per questo riconoscimenti di stima ovunque o magari soltanto la gioia di aver creato un momento felice.

Centro Tifo Modena

Gian Paolo Maini

Gian Paolo Maini

Gian Paolo Maini è editore e direttore della testata parlandodisport.it che ha fondato nel marzo 2014. Classe 1979, diventa giornalista nel 2008 ed inizia con la carta stampata per poi proseguire con radio e tv, di cui si occupa ancora. Scrive il suo primo libro "La prima corsa di Enzo Ferrari" nel 2013. Ha creato eventi sportivi e culturali con la propria agenzia di comunicazione ed oggi continua a farlo come libero professionista. Da 4 anni è addetto stampa di Modena Volley (Serie A maschile) e manager nel gruppo Rpm Media e Radio Pico.

Condividi