Dopo una carriera di sport a livello agonistico, quale sarà il futuro degli atleti?

Foto dal web

E’ stata realizzata un’indagine su quale sia il futuro degli atleti dopo anni di sport a livello agonostico Una ricerca realizzata dal Dipartimento di Psicologia dello Sport dell’Università La Sapienza di Roma e coordinata dal dottor Valter Borellini, trainer e business coach modenese, laureato in Psicologia del Lavoro e delle Organizzazioni.

L’indagine si concentra sul futuro degli atleti che hanno raggiunto importanti traguardi sportivi, una volta terminata l’attività agonistica. Quali sono le strutture che dovrebbero preoccuparsi del loro inserimento nel mondo del lavoro? Quali aspettative hanno gli atleti? Cosa si potrebbe fare per realizzare anche le ultime direttive fornite dall’Unione Europea a riguardo?

I problemi della transizione tra l’attività agonistica e la vita dopo lo sport sono stati discussi, dai ricercatori, anche con alcuni atleti che stanno vivendo questo momento ho che hanno appena superato questa fase. Tra questi ci sono anche l’olimpionico di boxe Roberto Cammarelle, il campione mondiale di canottaggio Mario Palmisano e l’ex nazionale di rugby Fabio Ongaro.

Per ulteriori informazioni e approfondimenti potete contattare il professor Borellini al: 335.5326574.

 

 

Matteo Migliori

Matteo Migliori

Matteo Migliori, nato a Sassuolo nel '94. Vicedirettore del sito ParlandodiSport.it ed esperto del "mondo" dei dilettanti. Addetto stampa ACD Castelvetro di Modena.

Condividi