foto: Salvatore Marrone

Rassegna stampa lunedì 03 Novembre. Esordio positivo per la Liu•Jo che stravince contro Forlì.

Nella rassegna stampa odierna della Gazzetta di Modena e Il Resto del Carlino ampio spazio all’esordio vincente in campionato della Liu•Jo che ha ” cancellato” Forlì in 3 set.
Helene Rousseaux chiude la sua partita con 15 punti che le valgono il premio MVP del match. Coach Beltrami dà fiducia a chi un anno fa c’era, lasciando Folie in panchina e schierando Crisanti, e l’unica vera novità in maglia bianconera è Arcangeli nel ruolo di libero. Dall’altra parte della rete coach Marone cerca l’assetto di più facile utilizzo dopo essersi visto catapultare in palestra nelle ultime ore cinque-sei gicoatrici che fino a una settimana fa mai forse avrebbero pensato di giocare a Forlì in A2. Il reintegro in A1 ha però avuto il potere di cambiare le carte in tavola e allora ecco l’olandese Stolteborg alzatrice, Koleva in diagonale alla regista, e Tai Aguero costretta a giocare in posto 4. Al centro coach Marone sceglie le due italiane, Neriotti e Segalina. Il libero è Paola Cardullo. Per quanto riguarda la partita non c’è mai stato un momento cin cui si sia avuta la sensazione che Forlì potesse giocarsi un set.
Coach Beltrami sul 2-0, 16-10 inizia a dar spazio alla panchina, con Muri-Kostic per Rondon-Fabris, Ikic al posto di Rousseaux e Petrachi per Arcangeli. Tutte promosse per la gioia di un pubblico che gradisce.
Solo volti soddisfatti al termine dell’incontro nella metà campo bianconera. La prima a prendere la parola è Lucia Crisanti che ha dichiarato di essere contenta per la vittoria e di come hanno giocato, perché hanno messo grinta, impegno e determinazione Contenta dell’esordio suo e della squadra anche la palleggiatrice Elisa Muri che ha confessato che un po’ era emozionata, ma che tutto è andato bene mentre per Helene Rousseaux le cose sono andate nel modo migliore e che la cosa più importante era prendere i tre punti.
Soddisfatto Alessandro Beltrami che sperava di vincere perché partire bene era molto importante. Hanno preparato poco e nulla la partita, ma sono riusciti a fare muro-difesa bene, contrattaccato benino ed il cambio palla oggi ha funzionato grazie alla ricezione. Conclude coach Beltrami dicendo che se vogliono arrivare in fondo ad alto livello devono tenere i ritmi che provano anche in allenamento, ma ci vuole tempo.

Monica Mares

Monica Mares

Monica Mares, torinese classe 1981 si avvicina alla pallavolo nel 2006 quando, durante i giochi olimpici invernali di Torino 2006, lavora come assistente personale di Roberto Ctvrtlik, ex giocatore statunitense degli anni '90. Cinque anni dopo inizia a collaborare con il Giaveno volley in A2. Dal 2011 al Gennaio 2013 la troviamo a Modena, nello staff gestione della parte stampa e comunicazione web della squadra femminile. Firma di Pallavoliamo.it entra nella nostra scuderia per raccontarci le emozioni, i retroscena e gli sviluppi del volley. Passione, grinta e determinazione rappresentano questa ragazza che arriva dal nuoto sincronizzato e cui motto è " Atleta ero e atleta resterò per sempre"

Condividi