Rassegna stampa lunedì 03 Novembre. Modena Volley guarda dall’alto gli avversari

Dalla rassegna stampa della Gazzetta di Modena e Il Resto del Carlino ampio spazio alla marcia trionfale di Modena Volley, che ieri ha ottenuto il quarto successo in altrettante partite contro Powervolley Revivre Milano. Una Modena che da ieri può guardare tutti gli avversari dall’alto verso il basso, visto il primato solitario in classifica dopo la sconfitta di Ravenna per mano della Lube Treia. Per l’ennesima volta in stagione i gialloblu hanno messo in mostra un muro invalicabile ed una grande battuta.
Bruninho è riuscito a servire con precisione tutti i suoi compagni. Da incorniciare la prova del centrale belga Verhees che si sta dimostrando essere di grande affidamento, sia a muro che in attacco. Premiato come MVP del match ha dichiarato che per tutta la settimana coach Lorenzetti ha chiesto loro di restare concentrati, perché giocare in trasferta è sempre complicato. Solo nel secondo set hanno perso un po’ di attenzione ma sono riusciti a riprendersi e a chiudere il match per 3-0. Adesso con la sosta di due settimane avranno tempo per lavorare e migliorare. Conclude Verhees dicendo di sentirsi bene e che il feeling con Bruninho è ottimo.
Eccellente la prova degli schiacciatori Kovecvic e Petric, come quella di Vettori che continua ad affinare il suo feeling con Bruninho. Milano, nonostante un roster importante per essere una neo promossa, ha evidenziato lacune tecniche. Nessun problema per Modena Volley nel corso del match, dominato dal primo all’ultimo punto con una sicurezza disarmante.
Milano si è schierata con il sestetto composto da Mattera-Bencz, Horstink-Veres, De Togni-Patriarca, con libero Rizzo. Modena ha risposto con Bruninho-Vettori, Kovacevic-Petric, Verhees-Piano e libero Rossini. Turno di riposo per N’Gapeth. L’inizio del primo set è equilibrato, ma Modena ben presto prende il largo con Piano che chiude il set 25-19. Il secondo set si apre con tre punti consecutivi per Bruninho e il parziale verrà archiviato da Verhees. Avanti 2-0, Modena affronta con la stessa grinta e determinazione, dimostrata nei primi 2 set, anche il terzo e ultimo. A mettere la parola fine è Pieter Verhees.
Soddisfatto a fine partita il tecnico di Modena Volley, Angelo Lorenzetti, che ha dichiarato che queste sono le classiche partite dove si ha tanto da perdere, e spesso si può anche perdere. I ragazzi sono stati bravissimi a dare ritmo all’incontro e ad affrontarlo con la giusta mentalità, pur essendo coscienti che adesso arriveranno le squadre più forti e che il livello di difficoltà si alzerà. Parlando di Verhees si dichiara contento della prova del belga che reputa una giocatore forte che deve avere più fiducia nei suoi mezzi.
Dopo un avvio di campionato difficoltoso, Nemanja Petric sta iniziando a ritornare quello di Perugia, mettendo in mostra attacchi ad altezze vertiginose. Si dice contento il serbo per la vittoria guadagnata perché Milano è una buona squadra che nel corso del campionato uscirà. E’ soddisfatto della sua prova perché sapeva che ci sarebbe voluto un po’ di tempo prima che lui e Bruno potessero giocare al meglio insieme. Con il lavoro in palestra il feeling tra i due è cresciuto e può migliorare ancora.
Anche Bruninho ha elogiato la squadra, sottolineando il grande atteggiamento mentale di Modena Volley. Sapevano che sulla carta erano superiori a Milano, ma tutte le partite vanno giocate come una finale. Solo mantenendo questo atteggiamento positivo, in tutte le gare, potranno concludere al meglio la stagione, anche perché sanno che adesso arriveranno gli avversari più forti tecnicamente.
Infine Matteo Piano racconta la sua partita soffermandosi sulla forza di una squadra che sta dimostrando di star bene insieme sia fuori che dentro il campo. E’ importante ora non montarsi la testa per il primato, ma rimanere umili e uniti.  
Ora Modena osserverà il turno di riposo prima di affrontare la Copra Piacenza il 15 novembre in anticipo Rai Sport.

Revivre Milano- Modena Volley 0-3

REVIVRE MILANO: Veres 8, De Togni 7, Bencz 6, Horstink 6, Patriarca 4, Mattera 1, Rizzo (L), Kauliakamoa, Bermudez, Valsecchi, Dos Santos, Preti ne, Verbo ne, Temponi ne. All. Maranesi.
MODENA VOLLEY: Petric 16, Verhees 11, Bruninho 5, Kovacevic 12, Piano 5, Vettori 11, Rossini (L), Ngapeth, Sala ne, Casadei ne, Boninfante ne, Donadio ne. All. Lorenzetti.

Monica Mares

Monica Mares

Monica Mares, torinese classe 1981 si avvicina alla pallavolo nel 2006 quando, durante i giochi olimpici invernali di Torino 2006, lavora come assistente personale di Roberto Ctvrtlik, ex giocatore statunitense degli anni '90. Cinque anni dopo inizia a collaborare con il Giaveno volley in A2. Dal 2011 al Gennaio 2013 la troviamo a Modena, nello staff gestione della parte stampa e comunicazione web della squadra femminile. Firma di Pallavoliamo.it entra nella nostra scuderia per raccontarci le emozioni, i retroscena e gli sviluppi del volley. Passione, grinta e determinazione rappresentano questa ragazza che arriva dal nuoto sincronizzato e cui motto è " Atleta ero e atleta resterò per sempre"

Condividi