Foto dal web

Carpi, rassegna stampa dell'1-12, Caliumi: "In alto sto bene anche io, durante il mercato non ci saranno scossoni"

La Gazzetta di Modena dedica lo spazio principale alle parole del presidente biancorosso Claudio Caliumi. Diversi gli argomenti trattati. “Devo dire che lì in alto ci sto bene anche io. Ma scherzi a parte, questa squadra è una squadra costruita con l’obiettivo di mantenere la categoria. Dobbiamo vivere alla giornata e tenerci tutto quello che di buono stanno facendo i ragazzi, che hanno ancora margini di miglioramento perché molto giovani. Per ora ci accontentiamo di queste soddisfazioni senza alimentare illusioni. Poi siamo i primi a sapere che nel calcio tutto può succedere”. Il presidente commenta anche il record di spettatori che si è verificato nella partita contro il Frosinone: “[…] I ragazzi tante volte mi chiedono quando riusciremo a riempire perché anche loro hanno bisogno di riconoscimento. Credo sia giusto che i carpigiani vengano allo stadio soprattutto per loro, perché lo meritano per quello che stanno dando durante la settimana e al sabato […]”. Qualche parola spesa anche per la sessione di mercato che è oramai alle porte: “Abbiamo già parlato con Giuntoli e non ci saranno grandi cambiamenti. Potrà andarsene soltanto chi gioca meno e vuole trovare più spazio, ma se va via qualcuno verrà sostituito. Poi vedremo se capiteranno situazioni particolari durante il mercato, ma non ci saranno scossoni, perché la squadra è ben costruita e non ha bisogno di nulla. Il nostro acquisto migliore sarà Laner, che da un mese è aggregato alla squadra e sta ritrovando la forma migliore”. Un’occhiata anche alla situazione stadio: “Abbiamo già un progetto per aumentare la capienza dei 1500 posti richiesti per la prossima stagione. […] Si tratterà di una struttura in tubolari simile a quella di Brescia e Trapani, dietro alle porte. Le attuali curve verranno dismesse. Il primo anno verrà allestita davanti alla curva locale, l’anno successivo davanti a quella ospite. Poi allungheremo i distinti, trovando un’altra sistemazione per l’area destinata ai disabili”.
Piccolo spazio dedicato anche a Mbaye, che a quindici minuti dalla fine nella partita contro il Frosinone, non ha retto al secondo giallo del direttore di gara ed è uscito dal campo con gli occhi lucidi, accompagnato dall’applauso del pubblico biancorosso.
Sguardo anche alla trasferta di Bari: rientreranno Lollo e Suagher, ma rimarrà fermo Mbaye e probabilmente anche Poli.

Condividi