L'esempio unico di Lorenzo e di tutti i ragazzi del Sen Martin

 

Nella foto la grande Martina Manzini 

Ieri sera a Spilamberto, per la quinta o sesta volta ho riguardato con enorme piacere il film di Nicola Gennari su Lorenzo Vandelli, la sua storia e quella dei ragazzi del Sen Martin Modena, come Marty Ringhio ManziniLuca MasciaMirko Torri e tanti altri. Anche questa volta ho riso e mi sono commosso, perché questo in fondo è lo spirito di LORENZ e dei ragazzi, sorridere davanti alla avversitá, senza nascondersi e quindi essendo consci e liberi di dire che la disabilità ha lati anche negativi. Perché scrivo anche? Perché parlare con Lorenz, Matteo o Martina ti fa capire quanto é importante vivere la vita, nel modo giysto, sapendo “che ciò che fai oggi te lo devi godere e farlo al meglio, perché magari domani potresti non poterlo più fare”. Non é fatalismo, é una enorme e fortissima verità. Quindi grazie all’ Ass Simonetta Munari e Lorenz per l’organizzazione, a Nicola per il video fantastico realizzato. Grazie alla dolcezza e alla simpatia di Martina, Matteo, Andrea, Nunzio, Luca… Grazie perché senza alcuna retorica: una serata con voi non solo mi arricchisce ma mi fa capire che ci sono persone che sanno essere se stesse e vivere ogni giorno succhiandone la polpa, senza attaccarsi alle sciocchezze che ogni santo dí sono abituato a vivere, come tanti, alla stregua di grandi problemi…mi fate crescere ragazzi, spero di crescere ancora tanto con voi.

Gian Paolo Maini

Gian Paolo Maini

Gian Paolo Maini è editore e direttore della testata parlandodisport.it che ha fondato nel marzo 2014. Classe 1979, diventa giornalista nel 2008 ed inizia con la carta stampata per poi proseguire con radio e tv, di cui si occupa ancora. Scrive il suo primo libro "La prima corsa di Enzo Ferrari" nel 2013. Ha creato eventi sportivi e culturali con la propria agenzia di comunicazione ed oggi continua a farlo come libero professionista. Da 4 anni è addetto stampa di Modena Volley (Serie A maschile) e manager nel gruppo Rpm Media e Radio Pico.

Condividi