Modena Volley, Andrea Gardini: «Lucas? Se non lavorassi in Polonia andrei a Modena per vederlo giocare»

Il suo nome girava già da un po’ negli ambienti modenesi, ma solo ieri si è avuta la notizia ufficiale che per la prossima stagione il brasiliano Lucas Saatkamp vestirà la maglia di Modena Volley. Lucas o Lucao, 209cm, arriverà quindi sotto la Ghirlandina e sarà uno dei centrali a disposizione di coach Lorenzetti .
A parlarci di Lucas è un ex centrale campione del mondo: Andrea Gardini.
Andrea, come definiresti l’arrivo a Modena di Lucas? «Un bell’acquisto! Reputo Lucas uno dei centrali più incisivi del panorama mondiale della pallavolo. E’ bravo in attacco, a muro e in battuta, dove spesso riesce a cambiare le partite. Queste sue qualità mi piacciono molto e posso dire con certezza che se non lavorassi in Polonia andrei a Modena per vederlo giocare».
Secondo te cosa può dare in più a questa squadra? «Può da solo spostare gli equilibri di un match perché è bravo nei tre fondamentali che dicevo prima, attacco, muro e battuta».
A Modena ritroverà Bruninho: in nazionale l’intesa tra i due è perfetta, pensi che questo sia un buon punto di partenza? «Si conoscono da quando erano ragazzini e hanno un buon feeling. Avere due giocatori che quando si guardano negli occhi si capiscono al volo è sicuramente un di più all’interno di una squadra».
Per un avversario cosa può significare trovarsi dall’altra parte della rete un fenomeno come lui? «Significa avere un fastidio! Lucas condiziona le scelte a muro, non lo si può lasciare scoperto e poi ha una grande elevazione».
Per lui sarà la prima volta in Italia, secondo te quali sono le difficoltà che potrà incontrare? «Sicuramente il campionato italiano è diverso da quello brasiliano e soprattutto l’anno prossimo ci sarà un carico di partite, tra campionato e coppa, non indifferente, ma in realtà non credo che avrà problemi: dovrà solo adattarsi ai ritmi europei».
Per finire, tu Modena la conosci bene, che consiglio vuoi dare a Lucas? “L’unico consiglio che mi sento di dare è che per farsi voler bene deve giocare bene e vincere!”

Monica Mares

Monica Mares

Monica Mares, torinese classe 1981 si avvicina alla pallavolo nel 2006 quando, durante i giochi olimpici invernali di Torino 2006, lavora come assistente personale di Roberto Ctvrtlik, ex giocatore statunitense degli anni '90. Cinque anni dopo inizia a collaborare con il Giaveno volley in A2. Dal 2011 al Gennaio 2013 la troviamo a Modena, nello staff gestione della parte stampa e comunicazione web della squadra femminile. Firma di Pallavoliamo.it entra nella nostra scuderia per raccontarci le emozioni, i retroscena e gli sviluppi del volley. Passione, grinta e determinazione rappresentano questa ragazza che arriva dal nuoto sincronizzato e cui motto è " Atleta ero e atleta resterò per sempre"

Condividi