Liu Jo Nordmeccanica Modena, coach Fenoglio presenta la gara di Novara

Foto: Salvatore Marrone

Si chiude la settimana caratterizzata dal secondo turno infrasettimanale della stagione nella Samsung Galaxy Volley Cup Serie A1. Dopo il convincente 3-0 di mercoledì al PalaPanini, la Liu•Jo Nordmeccanica Modena si è trovata a dover preparare in brevissimo tempo e pochissime sedute di allenamento la trasferta sul campo della seconda forza del campionato Novara. Sarà una gara particolare per diverse atlete bianconere, su tutte Katarina Barun-Susnjar e Judith Pietersen che lo scorso anno sono state protagoniste della cavalcata verso lo Scudetto, guidate dal loro attuale tecnico Marco Fenoglio. Per il coach modenese ci sarà sicuramente una bella accoglienza, tanta soddisfazione, ma una volta in campo l’unico obiettivo saranno i tre punti: “Sarà una partita come un’altra. Non so cosa succederà, se lo sapessi sarebbe facile, ma di sicuro ci ritroveremo ad affrontare un impegno difficile perché loro vengono da una brutta sconfitta contro l’ultima in classifica e sicuramente avranno tanta voglia di rivalsa immediata. Anche noi vogliamo fare bene e personalmente mi auguro di vedere una prova come quella di mercoledì contro Pesaro. Vorrei vedere un bel gioco di squadra, questa è la cosa che mi auguro più di tutto”.
Con l’arrivo di Symone Abbott coach Fenoglio ha da ieri a disposizione in palestra tutti i colpi del mercato di gennaio, ma il lavoro per rodare i meccanismi e costruire una rinnovata identità di squadra richiederà ancora un po’ di tempo: “C’è bisogno di tempo. Per quanto riguarda Pietersen serviranno ancora una quindicina di giorni buoni per vederla in condizione, Abbott è appena arrivata e dovrà adattarsi al nostro campionato, quindi servirà ancora più tempo, non bisogna avere fretta. Mingardi sta lavorando, ma come già detto questa squadra arriverà pronta per i playoff”.
Serve, tuttavia, ottimizzare il più possibile le qualità e i punti di forza della squadra perché per risalire la classifica e conquistare la miglior posizione possibile in ottica playoff servono punti. A tal proposito ecco come coach Fenoglio ha preparato la gara del Pala Igor, focalizzando la propria attenzione su un aspetto che potrà risultare decisivo: “Abbiamo preparato questa sfida guardando sia in casa nostra, a quel che dovremo fare, sia all’avversario perché giochiamo contro una squadra molto forte. Sicuramente una chiave, la più importante sarà la nostra battuta. Se riusciremo a farlo in maniera tattica come abbiamo preparato possiamo mettere loro in difficoltà, ma se potranno giocare con palla in testa alla palleggiatrice allora diventerà tutto più difficile”.

Monica Mares

Monica Mares

Monica Mares, torinese classe 1981 si avvicina alla pallavolo nel 2006 quando, durante i giochi olimpici invernali di Torino 2006, lavora come assistente personale di Roberto Ctvrtlik, ex giocatore statunitense degli anni '90. Cinque anni dopo inizia a collaborare con il Giaveno volley in A2. Dal 2011 al Gennaio 2013 la troviamo a Modena, nello staff gestione della parte stampa e comunicazione web della squadra femminile. Firma di Pallavoliamo.it entra nella nostra scuderia per raccontarci le emozioni, i retroscena e gli sviluppi del volley. Passione, grinta e determinazione rappresentano questa ragazza che arriva dal nuoto sincronizzato e cui motto è " Atleta ero e atleta resterò per sempre"

Condividi