ACI Modena - Per Franco Ciambellini una gara con una macchina tutta da scoprire: "Sarà difficile, ma per me è una bella sfida"

Dopo anni di corse per Franco Ciambellini, collaboratore dell’ACI Modena, arriva una gara che disputerà con una macchina tutta nuova e da scoprire. “Ho iniziato a correre nel 1975 – ha affermato Ciambellini –  e ho preso parte ad oltre 300 gare. Il mio rapporto con l’ACI Modena è molto buono, ho iniziato a collaborare con loro da quando è diventato presidente Vincenzo Credi e, insieme, abbiamo organizzato il primo corso per navigatori”. Si è poi soffermato sulla gara di domenica alla quale prenderà parte l’equipaggio Ferrari-Ciambellini: “E’ una gara che prevede quattro passaggi in un’unica prova speciale. Sarà abbastanza difficile perché, quasi sicuramente, si correrà sul bagnato e nel sottobosco con le foglie umide sarà tutto ancora più insidioso. La nostra macchina, che verrà utilizzata per la prima volta, sarà una Mitsubishi R5, ideata dall’azienda ‘Top Gear’ di Pistoia in collaborazione con Giacobazzi di Casinalbo. E’ una macchina nuova, tutta da sviluppare, perciò il nostro obiettivo è quello di arrivare in fondo. Chiaramente, l’assetto è da sistemare quindi saremo molto cauti nei primi passaggi e poi vedremo se, in seguito, ci sarà la possibilità di provare a fare un buon tempo. Per me, è una  bella sfida. Infine, ci tengo a ringraziare lo sponsor ‘Uteco’ di Campogalliano per il supporto”.

Matteo Migliori

Matteo Migliori

Matteo Migliori, nato a Sassuolo nel '94. Vicedirettore del sito ParlandodiSport.it ed esperto del "mondo" dei dilettanti. Addetto stampa ACD Castelvetro di Modena.

Condividi