Foto: Francesco Passarelli

Modena Fc, le pagelle: Bearzotti e De Grazia tanta roba, retroguardia in grande spolvero

Gagno 7 – Si conferma un’assoluta sicurezza per la retroguardia del Modena. Forte tra i pali e in uscita, con il carisma e la sicurezza del numero uno. Al 15esimo il colpo di reni su colpo di testa ravvicinato è da manuale del portiere

Perna 7 – Non sbaglia praticamente nulla, dimostrando di essere in ottima forma, fisica e psicologica

Zaro 7 – É sempre più la colonna su cui poggia la fase difensiva della squadra di Zironelli. Fatica a volte con gli avanti rossoblu, ma è decisivo nelle chiusure e salva di testa un gol fatto. Baluardo.

Politti 6,5 – Fa il suo e lo fa bene dando sicurezza ed esperienza al reparto arretrato.

Laurenti 6 – Bene sino alla mezz’ora poi cala un po’, grandi passi avanti rispetto alla sfida di domenica scorsa, avanti così

Boscolo Papo 6 – Sbaglia poco, giocando spesso sul passaggio sicuro, tiene il ritmo della gara

Davì 6 – Gioca una partita di spada più che di fioretto e va bene così

De Grazia 7 – Con Bearzotti é l’uomo che spacca a metà la difesa dell’Imolese grazie a corsa e qualità. L’assist a Daví da cui nasce la sua grande occasione e la conclusione che porta al gol di Rossetti e del vantaggio canarino sono la sintesi del suo gioco. Uomo in più.

Bearzotti 7 – Primo tempo da 8, con cambi di passo, dribbling e tiri da fuori, l’uomo che con De Grazia ha cambiato faccia alla fase d’attacco gialloblú. Nel secondo tempo cala fisicamente, ma non  sbaglia nulla

Spagnoli 6,5 – Protegge palla, crea spazi, offre assist d’oro e lotta come un matto. Se inizia a prendere la porta può diventare un crack.

Rossetti 6,5 – É l’armadio che spalle alla porta aiuta la squadra a salire. Non ha piedi d’oro, ma è sua la zampata che decide il match. Può solo crescere, avanti così.

Varutti 6 – Presidia la sua zona con autorevolezza e nel finale sfiora anche il gol.

Mattioli 6 – Si divora il gol che avrebbe chiuso la partita.

Pezzella 6 –  Entra e cerca troppo la giocata personale, quando serve la garra meglio lasciar da parte l’estetica

Tulissi 6 – Entra poco nel vivo del gioco, ma ci mette voglia e esperienza

Gian Paolo Maini

Gian Paolo Maini

Gian Paolo Maini è editore e direttore della testata parlandodisport.it che ha fondato nel marzo 2014. Classe 1979, diventa giornalista nel 2008 ed inizia con la carta stampata per poi proseguire con radio e tv, di cui si occupa ancora. Scrive il suo primo libro "La prima corsa di Enzo Ferrari" nel 2013. Ha creato eventi sportivi e culturali con la propria agenzia di comunicazione ed oggi continua a farlo come libero professionista. Da 4 anni è addetto stampa di Modena Volley (Serie A maschile) e manager nel gruppo Rpm Media e Radio Pico.

Condividi