Foto Modena Volley

La Leo Shoes Modena Volley travolge Ravenna con un netto 3-0

LEO SHOES MODENA-CONSAR RAVENNA 3-0 (25-18, 25-17; 25-18)

Leo Shoes Modena: Kaliberda 10, Holt 10, Christenson 2, Zaytsev 17, Bednorz 5, Mazzone 4, Estrada Mazorra 2, Anderson 2, Pinali 1, Rossini (L), Salsi, Iannelli (L), Sanguinetti. N. e.: Bossi. All. Andrea Giani.

Consar Ravenna: Saitta 1, Vernon 6, Grozdanov 7, Batak 1, Cortesia 3, Lavia 3, Cavuto 7, Kovacic (L), Recine 1, Alonso Roamy 1, Stefani. N. e.: Baroni, Bortolozzo. All. Marco Bonitta.

Arbitri: Puecher-Gnani

Note: Spettatori 5000, incasso di 50125 €

MVP: Ivan Zaytsev (Leo Shoes Modena)

Sponsor in panchina: Giuliano Carletti, Amministratore Delegato Parmareggio

Premiazione MVP a cura di: Giuliano Carletti, Amministratore Delegato Parmareggio

Premiazione MVP pubblico a cura di: Giuliano Badiali, Presidente CDA della Badiali S.r.l.

Un PalaPanini soldout accoglie la gara tra Leo Shoes Modena e la Consar Ravenna. La Modena Volley di Giani parte con la diagonale Christenson-Zaytsev, in banda ci sono Bartosz Bednorz e Kaliberda, al centro Holt e Mazzone, il libero è Salvatore Rossini. Ravenna parte con la diagonale Saitta – Vernon, Evans, in banda Lavia e Ter Horst, al centro Cortesia-Grozdanov, libero Kovacic. Parte il match ed è subito punto a punto con Modena che va sul 18-13 con una gestione perfetta degli avanti di Micah Christenson. La Leo Shoes chiude il primo set 25-18. Nel secondo parziale i gialli e Ravenna danno vita a uno spettacolo fatto di grande volley, 11-10 e il PalaPanini spinge. Scappa via Modena che va sul 20-14 e chiude il set 25-17. Il terzo set è a senso unico con Ravenna che tiene sino all’8-7, a seguire Modena cambia marcia e mette la freccia, si arriva al 16-12 e il match è indirizzato. Zaytsev fa malissimo al servizio e il 21-15 è il risultato di un contrattacco perfetto della Leo Shoes che chiude il set 25-18 e il match 3-0.

Andrea Giani (Leo Shoes Modena): “Abbiamo interpretato bene quello che dovevamo fare, finalmente ho visto ad alto livello muro e difesa. I cambi? Dobbiamo lavorare sulla parte tecnica ed è importante che tutti prendano ritmo e i titolari abbiano respiro: però è fondamentale meritarsi lo spazio in allenamento. I progressi che stiamo facendo sono il riflesso dell’attività settimanale, soprattutto sull’atteggiamento in difesa”

Condividi