A sinistra Emanuela Carta e al centro Stefano Gobbi

CSI Modena, Stefano Gobbi lascia l'incarico di presidente. Nominata "commissario" Emanuela Carta

COMUNICATO UFFICIALE CSI MODENA

Nella serata di lunedì 25 maggio 2020 il consiglio provinciale del Centro Sportivo Italiano di Modena ha accolto da parte del presidente in carica Stefano Gobbi la richiesta di dimissioni da tutti gli incarichi di responsabilità e di rappresentanza e di aspettativa per andare a ricoprire in un’altra realtà imprenditoriale incarichi di responsabilità. Dopo 33 anni di Centro Sportivo Italiano – Gobbi è entrato in CSI nel 1987, prima come arbitro di calcio e poi come dirigente – Gobbi “lascia” un comitato provinciale che conta 48.600 tesserati, a confronto dei poco più 8.000 di fine anni ottanta.

“Sono stati anni incredibili – racconta Gobbinon saprei come definirli diversamente. Ho avuto la fortuna di crescere in un comitato, quello di Modena, che resta tra i più attivi e creativi d’Italia, e questo mi riempie di gioia. Ho conosciuto da vicino il CSI Emilia-Romagna, il CSI nazionale, insomma il Centro Sportivo Italiano è stato e continua ad essere la mia famiglia. Capita, però, che dopo un po’ di anni anche i figli cambino casa. Ecco, mi considero in questa dimensione: sarò altrove ma il CSI lo porto e lo porterò sempre nel mio cuore insieme a tutte le persone che ci lavorano: un gruppo di persone e di amici che tutti i giorni ci mette l’anima, compiendo grandi sacrifici come è stato in questo periodo di pandemia. Farsi da parte in questo momento di generale difficoltà lascia un po’ di amarezza, perché avrei voluto continuare a dare il mio contributo, ma una scelta professionale ha tempi spesso vincolanti. Lascio un CSI che sta cercando di rialzarsi come tutte le associazioni e come tutte le aziende e le persone colpite dalla chiusura forzata di queste settimane, ma lo lascio con un bilancio in attivo e soprattutto in ottime mani”.

Da qui e fino alle prossime elezioni sarà Emanuela Carta a portare avanti il grande lavoro di squadra del Comitato. “Emanuela, che il Comitato provinciale di Modena ha indicato come traghettatore fino alle prossime elezioni, è persona di grande esperienza all’altezza del ruolo, non facile, che andrà a ricoprire – sottolinea Stefano Gobbi. Per questo a lei va il mio primo enorme grazie”.

Emanuela Carta dal 1995 fa parte dello staff CSI a Modena, dapprima come collaboratore di segreteria e successivamente con incarichi dirigenziali dal 2004: dopo le dimissioni di Stefano Gobbi, Emanuela assume quindi il ruolo di commissario, ruolo indicato dal Csi di Modena e che sarà ratificato dal Centro Sportivo Italiano nazionale, su indicazione della presidenza regionale CSI.

“Perdere la figura di Stefano in un momento come questo significa perdere una guida all’altezza – sottolinea Emanuela Carta, che ha sempre spinto il Comitato provinciale di Modena a nuove sfide e nuovi obiettivi sapendo dettare i tempi che la società ci ha sempre chiesto. Spero, in questo anno, di poter essere all’altezza di una situazione così importante come quella che il Covid ha creato, ma su questo stiamo lavorando in squadra, come il CSI ha sempre fatto. Continueremo a mettere in pratica tutto ciò che in queste settimane abbiamo portato avanti, anche insieme a Stefano. Personalmente la prendo come una sfida che so di non poter vincere da sola, ma con l’aiuto di tutta la squadra CSI”.

Condividi