Stefano Bonaccini presenta il ritorno del GP di Imola nel Campionato Mondiale di F1

Formula 1, riecco l'Autodromo di Imola: il 1° novembre sarà il GP dell’Emilia-Romagna

Quattordici anni dopo l’ultima volta, le monoposto più veloci del mondo faranno il loro ritorno sul circuito “Autodromo internazionale Enzo e Dino Ferrari” di Imola (BO). Si chiamerà “Formula 1 Emirates Gran Premio Emilia-Romagna”, e si correrà il 1° novembre 2020. A traguardo raggiunto c’è tutta la soddisfazione del Presidente della Regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini che ha commentato così il ritorno di Imola nel Campionato Mondiale di Formula 1: “Risultato e opportunità straordinarie. Abbiamo fatto parlare i fatti: grande lavoro di squadra per una vittoria del territorio”. Imola va ad aggiungersi ai GP italiani già confermati nelle scorse settimane: Monza (6 settembre) e Mugello (13 settembre).

Era il 2006 quando il circus della F1 ha fatto tappa per l’ultima volta in Emilia-Romagna, e nello stesso anno sono iniziati i lavori di ricostruzione e ammodernamento, che si sono protratti per tutto il 2007. L’area dei box è stata totalmente ricostruita; l’unico edificio sopravvissuto è la storica ed ex Torre Marlboro (ora sponsorizzata Aruba). I lavori di modifica al tracciato, eseguiti sotto la direzione dell’architetto Hermann Tilke hanno portato all’eliminazione della “Variante Bassa” per le auto. Nel corso degli anni si sono susseguiti i lavori per adeguare la pista agli standard sempre più alti richiesti per ospitare gare a livello internazionale. Questo ha portato all’ottenimento della Licenza di Grado 1 necessario per ospitare la Formula 1.

Grande soddisfazione è stata espressa anche da Nicola Izzo, commissario straordinario al Comune di Modena: “È una grande soddisfazione il ritorno del GP di F1 a Imola. La città aspettava da 14 anni questo evento ed il Comune ha auspicato e sostenuto questo ritorno. La F.1 ripone Imola alla ribalta nel mondo e l’autodromo di Imola riacquista il ruolo dovutogli nella storia del motorismo automobilistico. È un importante risultato anche per il mondo produttivo, certo il modo più emozionante per ripartire dopo il dramma del lockdown, un risultato che è il frutto di un gioco di squadra che ha visto, insieme al Comune, la piena sintonia di Con.Ami e Formula Imola Spa ed il pieno e convinto supporto della Regione Emilia-Romagna ed in particolare del Presidente Bonaccini e dell’assessore Corsini”.

Giovanni Cristiano

Giovanni Cristiano

Classe 1991, calabrese di nascita ed emiliano di adozione. Se c'è un pallone che rotola, lì, ci sono anch'io. Da sempre sui campi da calcio, per una passione che non conosce confini.

Condividi