Dilettanti - Stadi aperti ad un massimo di 1000 spettatori

COMUNICATO UFFICIALE CRER

“Con l’entrata in vigore del DPCM del 13 ottobre 2020 viene consentita la presenza del pubblico negli eventi e nelle competizioni riguardanti gli sport individuali e di squadra ‒ riconosciuti dal Comitato Olimpico Nazionale Italiano (CONI) e dalle rispettive federazioni, ovvero organizzati da organismi sportivi internazionali ‒ con una percentuale massima di riempimento del 15% rispetto alla capienza totale e comunque non oltre il numero massimo di 1000 spettatori per manifestazioni sportive all’aperto e di 200 spettatori per manifestazioni sportive in luoghi chiusi.

Per stabilire la capienza totale di un impianto, la Società dovrà fare riferimento al rapporto rilasciato dalla Commissione di Vigilanza in cui vengono riportati anche tutti i percorsi per deflussi e sicurezza degli spettatori. Copia del documento dovrà essere disponibile presso l’impianto sportivo da esibire, eventualmente agli organi di controllo, e dovrà essere trasmessa al Comitato Regionale Ufficio Agonistica ([email protected]). Qualora la Società ne fosse sprovvista, dovrà fare riferimento al verbale di omologazione rilasciato dal C.R.E.R. in cui è riportata la capienza totale di 199 persone all’aperto e di 99 persone al chiuso. Pertanto il 15% verrà calcolato in base a questi valori.

La presenza del pubblico è ovviamente subordinata al rispetto di tutte le misure di contrasto e contenimento dell’emergenza Covid-19. Restano quindi obbligatori i requisiti previsti in ordine alla prenotazione e assegnazione preventiva del posto a sedere, con adeguati volumi e ricambi d’aria, e a condizione che sia comunque assicurato il rispetto della distanza interpersonale di almeno un metro sia frontalmente che lateralmente, obbligo di misurazione della temperatura all’accesso, impedendo l’entrata in caso di temperatura >37,5°, diponibilità di prodotti per l’igiene delle mani in più punti delle aree (biglietteria, servizi igienici, ecc.) e l’utilizzo della mascherina a protezione delle vie respiratorie per tutta la durata dell’evento se al chiuso. All’aperto la mascherina va indossata all’ingresso fino al raggiungimento del posto e comunque ogni qualvolta ci si allontani dallo stesso, incluso il momento del deflusso.

Con riferimento al numero massimo di spettatori per gli eventi e le competizioni sportive indoor, (al chiuso) sono in ogni caso fatte salve le ordinanze già adottate dalle Regioni e dalle Province Autonome, purché nei limiti del 15% della capienza.

Le sessioni di allenamento degli atleti, professionisti e non professionisti, degli sport individuali e di squadra, sono consentite a porte chiuse, nel rispetto dei protocolli emanati dalle rispettive Federazioni Sportive Nazionali”.

Matteo Migliori

Matteo Migliori

Matteo Migliori, nato a Sassuolo nel '94. Vicedirettore del sito ParlandodiSport.it ed esperto del "mondo" dei dilettanti.

Condividi