ACI Modena promuove gli ADAS per la sicurezza stradale

L’ACI di Modena sostiene la campagna di sicurezza stradale lanciata in Europa, Africa e Medio Oriente dalla Federazione Internazionale dell’Automobile per la promozione degli ADAS, sistemi avanzati di assistenza alla guida, fondamentali per rendere ancora più sicura la mobilità

Il progetto si concentra sui sistemi che diventeranno obbligatori per i nuovi modelli di auto a partire da maggio 2022, ma un’indagine che sarà presentata proprio da FIA nei prossimi giorni evidenzia che la maggior parte degli automobilisti ignora o non sa usare al meglio nemmeno i dispositivi di cui è già dotata la propria vettura. Tra questi, la Federazione Internazionale dell’Automobile spinge soprattutto su tre particolarmente efficaci per la sicurezza stradale: il sistema AEB per la frenata automatica d’emergenza, l’assistente al mantenimento della corsia e il sistema adattivo di mantenimento della velocità di crociera.

“I sistemi ADAS sono il presente e il futuro della mobilità responsabile – dichiara Vincenzo Credi, presidente ACI Modena– e ACI è stato il primo a sottolinearne fin da subito l’efficacia e l’imprescindibile esigenza di poterne contare alla guida. Per Euro NCAP sono oggi un parametro fondamentale nella valutazione della sicurezza dei veicoli e la Fondazione Filippo Caracciolo di ACI ne ha misurato l’impatto positivo sull’incidentalità: un’auto con più di 15 anni di età presenta quasi il 50% di probabilità in più di essere coinvolta in un incidente grave rispetto a una immatricolata da soli due anni. Il solo sistema di frenata automatica AEB è in grado di scongiurare fino a 1 tamponamento su 2”.

La campagna di sensibilizzazione sarà veicolata soprattutto online, sul sito https://www.fiaregion1.com/adas-on-board e sui canali social di ACI e degli altri Automobile Club aderenti alla FIA.

Condividi