Foto Modena Volley

Modena Volley, Tommaso Rinaldi: "Il ritorno in palestra è stato una liberazione, grazie a tutto lo staff gialloblù"

Tommaso Rinaldi: “La prima settimana col Covid è stata molto dura, ero sereno mentalmente, ma stavo male. Il ritorno in palestra? Una liberazione, grazie a tutto lo staff di Modena Volley”

Tommaso Rinaldi è uno dei tanti giocatori dell’Under 20 azzurra rientrato dagli Europei in Repubblica Ceca affetto dal virus Covid-19. Il giovane schiacciatore gialloblù è rimasto positivo per ben 26 giorni, i sintomi sono stati pesanti, poi c’è stato il ritorno al lavoro tra tante difficoltà. Ora Tommi è in netta ripresa e si allena a mille con Coach Giani e il resto della squadra. “I primi cinque/sei giorni col Covid sono stati abbastanza impegnativi, – spiega Rinaldi – la febbre non si abbassava e soprattutto alla sera si alzava tantissimo. Avevo sempre mal di testa, oltre a mal di gola e mal di pancia. Non sentivo sapori e odori, ora per esempio se sento l’odore del caffè mi viene il vomito. A livello mentale sono rimasto sempre tranquillo, non ho mai avuto la polmonite, respiravo bene senza sentirmi così male, certo non è stato un periodo semplice. Quando mi sono passati i sintomi, sono comunque rimasti spossatezza e stanchezza durante quasi tutti i giorni della quarantena”. Poi è arrivata la negatività e la lenta ripresa: “Il ritorno in palestra è stato graduale, ho iniziato facendo solo pesi o al massimo venti minuti di tecnica con coach Giani. Ogni volta è stato uno sforzo, in alcuni casi ho avuto la nausea e la stessa cosa è capitata anche in palestra. E’ servita una settimana per tornare a regime e smaltire quelle sensazioni, ora sto lavorando con la squadra e sto benissimo”. Quello che si sta giocando è un campionato molto complicato: “Quando resti fermo mentre tutti giocano e migliorano, il ritorno in palestra diventa bellissimo, ringrazio tutto lo staff che mi ha seguito in modo straordinario. Non vedevo l’ora di rientrare, sono contento di essermi ripreso e di essere quasi alla pari con gli altri miei compagni. Questo è sicuramente un campionato particolare, non sai mai se scenderai in campo e quindi considero le pause come il momento giusto per migliorare e crescere sotto tanti aspetti. La scorsa settimana ero a referto contro Padova e quindi sono pronto, l’obiettivo è tornare in piena forma e giocarmi le mie chance insieme agli altri”.

Condividi