Credits Modena Volley

Modena Volley - Vettori: "Non vediamo l'ora di scendere in campo con Vibo"

Si è tenuta questa mattina presso la sala stampa del PalaPanini l’intervista a Luca Vettori in vista del match di domani alle 19 con Vibo Valentia.

Queste le parole dell’opposto gialloblù: “Dopo la partita di giovedì con Perugia dobbiamo ritornare sui nostri passi e pensare a ciò che abbiamo fatto e a come potevamo fare meglio. Sempre più spesso nell’ultimo periodo ci siamo trovati in situazioni simili, con punteggio avanti ma senza poi riuscire a portare a casa il set, quindi da parte nostra c’è un doppio rammarico. Per quanto riguarda Vibo siamo molto carichi e siamo contenti di poter tornare in campo subito, per ritrovare quell’energia che c’è stata anche giovedì ma che non siamo poi riusciti a concretizzare in punti o set vinti. I match con Monza e Perugia cosa ci hanno detto riguardo il nostro livello? Siamo una squadra in crescita, sicuramente con un livello migliorabile, ma credo che tutte le squadre in questo campionato abbiano una “altalenanza” di prestazioni. Abbiamo trascorso un lungo periodo senza partite in cui mi sembrava che ci fosse un buon livello di allenamento, non dico essere sorpreso dai risultati, ma potevamo essere molto più cinici. Con Monza ci siamo fatti fregare da questo ritmo e forse per questo non siamo riusciti a imporci fin da subito. Credo che Giangio ci abbia dato una buona chiave di lettura, ovvero: anche se il sideout apparentemente non è così fluido, siamo una squadra in grado di potersi risollevare e riprendere in mano la partita anche dopo un set che magari non è stato così “strabiliante”. Questa secondo me potrebbe essere la strada giusta. Come sto? Gli allenamenti e le partite stanno proseguendo, per quanto riguarda la forma fisica io ci sono e un po’ tutti ci siamo rimessi in sesto. Da un certo punto di vista giocare tanto in questo dicembre farà si che il ritmo partita sia sempre più elevato, ci troveremo a dover sbloccare per forza di cose le situazioni che generalmente ci mettono in difficoltà”.

Condividi