Atletica, tricolore per Frattini e argento per Celeghini agli italiani di lanci invernali

La Fratellanza batte un paio di colpi ai campionati italiani invernali di lanci e questa volta lo fa salendo anche sul gradino più alto del podio. Giovanni Frattini, infatti, si è laureato campione 2021 nel lancio del giavellotto giovanile superando in una gara condotta, di fatto, sempre in testa il rivale diretto Michele Fina dell’Atletica Brugnera. Argento, invece, per Lucilla Celeghini nel martello Promesse e quarto posto per Emanuela Casadei nel giavellotto Promesse.

Secondo titolo 2021 per la Fratellanza
A poche settimane di distanza dal tricolore conquistato da Francesca Vercalli in pista, quindi, la Fratellanza torna sul gradino più alto del podio, ma questa volta con uno dei rappresentanti del gruppo romagnolo che da un paio di stagioni sta tenendo sempre più alti i colori gialloblù in diverse discipline. Il lanciatore classe 2002, allenato dal tecnico Emanuele Verni, ha avuto la meglio sulla concorrenza facendo un passo avanti rispetto all’estate in cui aveva conquistato la medaglia d’argento Juniores alle spalle del sardo Jhonatan Maullu, ora passato alla categorie Under 23.

La gara di Frattini
Non c’è quasi mai gara in quel di Molfetta perché Frattini si porta subito a condurre scagliando il suo giavellotto alla distanza di 64,48 metri contro i 59,11 del rivale diretto. Al terzo lancio, poi, per entrambi arriva la miglior misura di giornata ovvero 68,44 metri per il portacolori gialloblù e 64,63 per Fina che successivamente incorrerà anche in due nulli nel tentativo di trovare la spallata giusta per impensierire Frattini. Alle loro spalle, invece, tutti distanti con il terzo gradino del podio conquistato dal barese Paolo Puppo grazie ad un lancio a 60,89 metri di distanza.

Celeghini vice campionessa
Festeggia un’altra medaglia e un altro podio tricolore Lucilla Celeghini, che dopo il bronzo estivo di Grosseto sale di un gradino e si mette al collo un bellissimo argento in questi campionati invernali. La lanciatrice della Fratellanza, allenata dal tecnico Marco Mozzi, si presentava con il sesto accredito assoluto nella gara del martello ed un probabile piazzamento da podio per la sua categoria, quella delle Promesse. Tutti i pronostici sono poi stati rispettati con la gialloblù che mette subito in chiaro le cose fin dai primissimi lanci ed in particolare sarà il secondo quello decisivo per la sua gara. La misura di 55,78 metri è sufficiente per mettersi al collo la medaglia d’argento alle spalle dell’imprendibile Cecilia Desideri, vincitrice con 63,24, che è anche la seconda misura assoluta dopo quella della vincitrice della categoria Senior, la portacolori dei Carabinieri Bologna, Sara Fantini.

Casadei ai piedi del podio
Ai piedi del podio, invece, si conclude la prova di Emanuela Casadei nel giavellotto femminile, sempre per la categoria Promesse. La romagnola, new entry in casa Fratellanza, aveva bagnato il suo esordio nella fase regionale ad Imola avvicinando il proprio personale di 47,37 metri che è anche la misura di accredito con cui si presentava a questa rassegna. In quel di Molfetta, però, la classe 2000 gialloblù non è riuscita a ritrovare le medesime sensazioni trovando come miglior lancio un 42,88 arrivato al quinto dei sei tentativi a disposizione. La misura vale il quarto posto in una gara dominata da Carolina Visca, in forza alle Fiamme Gialle, e dalla sua inseguitrice Federica Botter dell’Atletica Brugnera di Pordenone. Il terzo posto, invece, è riuscito a conquistarlo la veneziana Anna Cervaro migliorando il proprio personale e superando la Casadei con la misura di 44,01 metri.

Andrea Lolli

Andrea Lolli

Nato a Bazzano (BO) nel 1985 si avvicina al mondo del giornalismo tramite il web entrando a far parte della redazione del portale calcistico Tuttomercatoweb. La prima esperienza su carta stampata è la collaborazione con il quotidiano Modena Qui iniziata nel marzo 2009. Tra le esperienze principali nel mondo della comunicazione sette anni da Responsabile Ufficio Stampa nella pallavolo femminile di Serie A1 a Modena e due anni nella redazione giornalistica dell'emittente TV Qui.

Condividi