Un momento del match tra friulane ed emiliane (foto: Molina)

Volley, A2/F: altro 3-1 subito, l'Exacer Montale si arrende ancora una volta a Talmassons

TALMASSONS (UD), 7 APRILE 2021 – L’Exacer Montale non riesce a trovare il bandolo della matassa e nel giro di cinque giorni si arrende per la seconda volta alla Cda Talmassons. La sfida di oggi è valsa come recupero della 2ª giornata della Pool “Salvezza”.

Si complica il cammino verso la salvezza per l’Exacer Montale, che non raccoglie punti neanche in Friuli e inciampa nella terza sconfitta consecutiva., la seconda di fila contro Talmassons. Friulane che con questa vittoria mandano in archivio la pratica salvezza, mentre Montale rimane fanalino di coda, a meno uno da Montecchio, ma con una partita in più rispetto alle venete. Montecchio che già domenica sarà ospite dell’Exacer, in un match che se non è l’ultima spiaggia per le nerofucsia, poco ci manca. Neanche fortunata la squadra emiliana, con coach Tamburello che ha dovuto fare a meno di Botarelli (nuovamente fermata da un problema alla spalla che oramai la tormenta da tempo) e ha giocato con una Bici non al meglio dopo che il libero aveva subito un colpo nel corso dell’allenamento di ieri. La chiave del match, è senz’altro da ricercare nel secondo set, con Montale sotto 24-22 ma capace di rialzarsi e di avere l’occasione di pareggiare il match. Cosa che non accade, con i vantaggi (33-31) che alla fine sorridono alle padrone di casa. Poi la reazione d’orgoglio nel terzo set non basta per allungare la sfida al tie-break. Top scorer del match, con ventun punti, è stata Tirozzi. Diciannove quelli di Cutura, diciotto per Brina.

1° SET – Barbieri schiera lo stesso sestetto iniziale della sfida di sabato scorso, con Vallicelli e Cutura sulla diagonale principale, Dalla Rosa e Tirozzi in banda, Nardini e Mazzoleni al centro e Ponte libero. Coach Tamburello, invece, senza Botarelli, parte con Lancellotti e Rubini sulla diagonale principale, Brina e Pinali in banda, Gentili e Fronza al centro e Bici libero. Ospiti subito avanti 2-0, ma padrone di casa che ristabiliscono subito la parità (5-5). Primo doppio vantaggio anche per Talmassons, che con l’attacco out di Pinali va sull’8-6. Friulane sul più tre, mentre Fronza trova l’ace del 9-10 e Nardini spedisce out un primo tempo (10-10). Allunga in maniera importante Talmassons, con Mazzoleni che mura la pipe di Brina (15-11) e con Tamburello che chiama il primo time-out del match. Sul 16-13 il coach siciliano manda dentro Cigarini per Gentili al servizio, ma la mossa non risulta efficace. Più cinque Talmassons (19-14) e nuovo time-out per Tamburello. Dentro anche Aguero per Brina e Blasi per Rubini. Parziale che si chiude col punteggio di 25-19 per Talmassons, chiuso dall’invasione di Fronza. Proprio lei che è stata la miglior realizzatrice del primo set con sei punti realizzati, quattro a testa invece per Pinali, Dalla Rosa e Tirozzi.

2° SET – Nessuna variazione nei due sestetti, con Montale che, come nel primo set, parte avanti 2-0 con il buon turno al servizio di Fronza, che trova anche l’ace dell’1-0. Sempre sulla scia del primo set, Cutura trova l’ace che riporta avanti Talmassons (5-4). Montale prova subito a reagire, e con la fast vincente di Fronza e un attacco out delle friulane, va avanti 8-5 e “costringe” coach Barbieri a chiamare time-out, il primo della sua partita. Lo stop rigenera le friulane che col mani-out preso da Tirozzi ritrova la parità (11-11).  Sul 12-11 per Talmassons chiama time-out anche Tamburello. Sul 13-12 per le padrone di casa, Barbieri manda in campo Bartesaghi per Dalla Rosa. Break Montale con Pinali che mette giù il pallone del 14-13, poi la neoentrata Bartesaghi attacca out e consegna anche il 15-13 a Montale. Barbieri chiama il secondo time-out, ma l’Exacer è compatta e trova anche il 18-15 con un rigore di Gentili. Sotto di due (18-20), Barbieri ripropone il cambio di sabato scorso in Emilia, e manda dentro Barbazeni per Nardini. Torna a meno uno Talmassons, e sul 20-21 Aguero rileva nuovamente Brina. Pareggio ristabilito con Cutura (21-21) e con Tamburello che chiama il secondo time-out. Allunga Talmassons (23-21) e Tamburello manda dentro Blasi per Pinali. Bartesaghi attacca fuori il pallone del 23-24, e Tamburello manda dentro Botarelli. Pinali trova il lungolinea vincente del 24-24 e Talmassons non sfrutta i due set-point consecutivi. Brina porta il primo set-point nelle mani di Montale murando splendidamente per il 27-26 a favore di Montale. La stessa Brina che poi riceve un brutto pallone da Lancellotti e lo appoggia fuori (28-27 per Talmassons). Brina però è inarrestabile e firma i due punti consecutivi che riportano le emiliane avanti (29-28). Set che però va comunque alle friulane, con l’ace di Tirozzi che vale il 33-31. Dodici punti di Cutura, sette per Brina.

3° SET – Avvio di parziale con la novità Barbazeni al posto di Nardini, mentre Tamburello non cambia nulla. Friulane subito avanti 4-1, poi la solita Brina ricuce lo strappo col break del 3-4. Contro-break Talmassons con Dalla Rosa che chiude il punto del 7-4 e Tamburello decide subito di fermare il gioco col time-out. Montale recupera un break alla ripresa del gioco, ma deve continuare a inseguire, fin quando le friulane non piazzano il nuovo più tre col muro di Barbazeni su Pinali (12-9). Sale fino al 15-10 Talmassons, torna in campo Aguero per Pinali ma le nerofucsia subiscono anche il 16-10. Tamburello chiama anche il secondo time-out. L’Exacer ricuce leggermente lo strappo, trova il break con Brina (13-16) e poi va a prendersi il 14-16 con l’ace di Aguero al quale segue il time-out di Barbieri. Si torna in campo col muro vincente di Gentili (15-16), poi Talmassons recupera un break ma Montale con Brina torna a meno uno (17-18). Il punto della parità (18-18) è opera di Fronza, e Barbieri chiama anche il secondo time-out. Tirozzi appoggia out il pallone che dà il primo vantaggio del set a Montale (20-19), poi Brina mette la firma su tre ace consecutivi: 22-20, 23-20 e 24-20. Set poi chiuso da Fronza col punteggio di 25-21. Nove i punti di Brina, sei quelli di Tirozzi.

4° SET – Barbieri mantiene il sestetto iniziale del terzo set, mentre Tamburello, visto anche l’apporto dato nel parziale precedente, tiene in campo Aguero al posto di Pinali. L’Exacer però parte male, va sotto 3-0, poi Aguero firma il primo punto per le nerofucsia (1-3). Tamburello vuole subito parlare con le proprie ragazze e sul 5-1 per le friulane chiama il primo time-out del set. L’Exacer recupera un break dopo lo stop, ma poi ha un black-out mentale e si ritrova sotto 12-6, poi ricostruisce ancora e sul 9-12 c’è il time-out di Barbieri. Nel frattempo Tamburello si gioca la carta Saccani al posto di Lancellotti, e dopo lo stop Aguero trova il punto del 10-12. È un continuo tira e molla, con Talmassons che allunga e Montale che ricuce. Cutura sbaglia e riporta a meno due l’Exacer (13-15), poi sbaglia anche Bartesaghi (15-16). Nuovo più tre per le friulane con l’ace di Cutura, seguito dal time-out di Tamburello. Allungo decisivo delle padrone di casa, con la murata su Aguero che vale il 22-17. Tirozzi firma il 24-18, Aguero annulla il primo set-ball (19-24) ma Talmassons chiude la contesa ancora con Tirozzi che firma il 25-19. Sei punti a testa per Tirozzi e Aguero.

IL TABELLINO

CDA TALMASSONS-EXACER MONTALE 3-1 (25-19; 33-31; 21-25; 25-19)

[Durata set: 24’, 40’, 28’, 25’; tot. 1h57’]

CDA TALMASSONS: Vallicelli 3, Cutura 19, Dalla Rosa 8, Tirozzi 21, Nardini 0, Mazzoleni 9, Ponte (L1), Barbazeni 7, Pagotto 0, Bartesaghi 3, Norgini (L2), Feruglio ne. All. Leonardo Barbieri.

EXACER MONTALE: Lancellotti 0, Rubini 11, Brina 18, Pinali 8, Gentili 11, Fronza 13, Bici (L1), Cigarini 0, Blasi 0, Aguero 9, Saccani 0, Botarelli 0, Venturelli (L2) ne . All. Ivan Tamburello.

ARBITRI: Nicola Traversa; Denis Serafin (segnapunti: Enrica Bettolo).

NOTE – Partita disputata a porte chiuse. Cda Talmassons: 4 Ace, 6 Battute sbagliate, 11 Muri; Exacer Montale: 6 Ace, 13 Battute sbagliate, 4 Muri.

Giovanni Cristiano

Giovanni Cristiano

Classe 1991, calabrese di nascita ed emiliano di adozione. Se c'è un pallone che rotola, lì, ci sono anch'io. Da sempre sui campi da calcio, per una passione che non conosce confini.

Condividi