Foto Modena Volley

Modena Volley - Giani: "Dobbiamo costruirci un'identità di squadra, giorno per giorno, per raggiungere l'obiettivo finale"

È stata presentata oggi presso la sede di viale Virgilio a Modena la collaborazione fra expert.ai, leader nel mercato dell’intelligenza artificiale applicata alla comprensione del linguaggio e Modena Volley. Erano presenti Andrea Sartoretti, Dg di Modena Volley, Andrea Giani, Coach di Modena Volley, il centrale Dragan Stankovic, Stefano Spaggiari, Presidente di expert.ai e Marcello Pellacani, Head of Integration & Consulting di expert.ai.

“E’ un grande piacere essere qui oggi presso expert.ai. per presentare una partnership importante – ha spiegato Andrea Sartoretti, Direttore Generale di Modena Volley –, una partnership che dà la possibilità a Modena Volley di avere a fianco una realtà di alto livello nel mondo dell’intelligenza artificiale. I due progetti che verranno illustrati oggi da expert.ai sono un punto d’inizio e non di arrivo di una collaborazione che, ne sono certo, avrà sviluppi importanti”.

 “Expert.ai e Modena Volley condividono la stessa passione, tenacia e il valore fondamentale dell’innovazione come leva strategica per continuare a crescere e rinnovarsi , – ha dichiarato Stefano SpaggiariPresidente di expert.ai – Fare squadra insieme è per noi motivo di profonda soddisfazione e siamo entusiasti di portare le potenzialità uniche dell’intelligenza artificiale nel mondo della pallavolo.”

“Anche nel mondo dello sport, come in qualsiasi altro settore di mercato, l’intelligenza artificiale offre un efficace supporto per migliorare l’acquisizione e l’arricchimento delle proprie conoscenze e offrire nuove modalità di interazione ai propri utenti” ha dichiarato Marcello PellacaniHead of Integration & Consulting di expert.ai. “Siamo già al lavoro alle innovazioni per Modena Volley; inoltre, con il coinvolgimento dei giovani talenti della nostra Academy, continueremo ad evolvere il mondo della pallavolo con nuove iniziative”.

“La pallavolo – ha spiegato Andrea Giani – è fatta di tecnica, tantissimo studio e tantissimi numeri. I software nello studio dei dati sono molto importanti e adesso anche con la nazionale stiamo provando ad implementare tecnologie che ci dicano percentuali sui giocatori e sulle squadre sempre più precisi.  La Germania? Sono molto soddisfatto del nostro Europeo perché abbiamo centrato i nostri obiettivi, mi dispiace per la nostra prestazione con l’Italia ma abbiamo comunque giocato contro la squadra che poi si è laureata campione d’Europa. Come ho trovato i giocatori? Ci sono delle differenze di preparazione, quelli tornati dall’europeo hanno già il ritmo, quelli che sono stati più fermi devono riprendere il ritmo di gioco, che poi si trova soltanto iniziando a giocare le amichevoli e aumentando livello qualitativo durante l’allenamento. Come dice Dragan è importante pensare al presente. Tutti abbiamo un background di vittorie e partite, ma quello che è importante è quello che facciamo oggi, Dobbiamo costruirci un’identità di squadra, giorno per giorno, per raggiungere l’obiettivo finale”.

“La Serbia contro l’Italia poteva fare di più, – ha spiegato Stankovic – hanno sbagliato l’approccio. Modena? La squadra è stata rafforzata motlissimo rispetto all’anno scorso. Siamo tanti giocatori di esperienza, abbiamo le armi e il gruppo, ma dobbiamo lavorare sul presente, che è la cosa più importante. L’esperienza ci può aiutare nei momenti importanti ma le nostre vittorie sono nel passato, dobbiamo lavorare tutti insieme per arrivare alla prima di campionato pronti”.

Condividi