Sassuolo, Di Francesco:"Complimenti ai tifosi del Frosinone, sono stati di esempio per tutti. Berardi? Sente troppo la pressione, deve giocare più spensierato."

E’ un Di Francesco soddisfatto quello che si è presentato ai microfoni al termine di Frosinone-Sassuolo, incontro valido per la 37.esima giornata di Serie A che ha visto i neroverdi prevalere per 0-1 al Matusa condannando i ciociari alla matematica retrocessione. A tal proposito, il tecnico neroverde ha tenuto a complimentarsi con i tifosi frusinati, che dopo il fischio finale hanno lungamente applaudito la loro squadra:”I tifosi del Frosinone hanno dato un grande esempio a tutti i tifosi italiani e del mondo – ha esordito Di Francesco-, anche noi come Sassuolo ci siamo sentiti di applaudirli per dimostrare il nostro rispetto. In un ambiente pieno di esasperazioni come il calcio non è facile vedere una tifoseria che dimostra tanto affetto a una squadra che si impegna così tanto e con questa serietà.” Analizzando la partita, Di Francesco ha poi aggiunto:”In questo campo il Frosinone è una squadra difficile da affrontare, nel primo tempo siamo stati poco lucidi nello sfruttare con l’ultimo passaggio le situazioni pericolose che avevamo creato mentre loro coi lanci lunghi e le seconde palle si sono resi pericolosi. Bisogna comunque ricordare che noi siamo scesi in campo con tanti ragazzi a cui faccio i miei complimenti, perchè non è facile giocare in uno stadio di questo tipo una partita così importante.” Qualche giornale ha avanzato qualche parallelismo tra la storia del neo-campione di Inghilterra Leicester e il Sassuolo:”La storia del Leicester è emozionante solo a leggerla – ha dichiarato Di Francesco-, anche noi vogliamo essere ambiziosi e crescere è anche se è quasi impossibile pensare che si possa vincere il titolo è giusto che la gente ci speri. Fa bene a tutto il movimento pensare che una squadra piccola e con poche risorse possa arrivare a conquistare i trofei più importanti.” Interrogato sulla prestazione di Berardi, che oggi ha rimediato un giallo che gli farà saltare l’ultima gara contro l’Inter, Di Francesco ha poi dichiarato:”Domenico ha avuto qualche problema fisico a inizio anno da cui non ha recuperato al meglio, perchè l’ho fatto giocare subito per fargli riprendere il ritmo partita. Anche quando è sottotone ha le qualità per determinare la partita, in questo momento forse sta soffrendo troppo la pressione, e noi stiamo lavorando per riportarlo a giocare un calcio spensierato e senza paura di tentare i dribbling e le giocate.” Commento finale dedicato ai progetti di crescita della società neroverde:”Prendere un grande nome non è un obiettivo che rientra nella politica societaria, i campioni noi preferiamo crearli che comprarli. Anche come allenatore ritengo sia più soddisfacente far crescere un giovane. Detto ciò, non nego che in altre società e in altre condizioni i campioni mi piacerebbe allenarli, anche perchè penso che un grande giocatore possa sempre stare dentro a uno spogliatoio, facendo sentire la sua personalità ma non per questo impedendo agli altri di esprimersi.”

Condividi