Foto Sara Bonfiglioli

Modena Rugby 1965, presentata la nuova stagione

Sotto la pioggia di Collegarola si è aperto ufficialmente l’anno biancoverdeblù e l’assessore Guerzoni ha annunciato: “Presto il campo centrale sarà dedicato a Luciano Zanetti”

Un evento bagnato e gioioso ha aperto ufficialmente l’anno del Modena Rugby 1965. Lo stadio del rugby di Collegarola ha ospitato la presentazione della nuova stagione, alla presenza di tutte le squadre, dall’Under 6 ai Veterans. La pioggia ha abbreviato ma non rovinato la festa, durante la quale l’assessore allo Sport del Comune di Modena Giulio Guerzoni ha anticipato la prossima dedicazione del campo centrale a Luciano Zanetti.

“Come Amministrazione comunale – ha spiegato l’assessore Guerzoni – non possiamo che ringraziare il Modena Rugby 1965 per come sta gestendo la cittadella del rugby di Collegarola che ci invidiano da tutta Italia e per come porta avanti i valori che rendono unico questo bellissimo sport. A proposito di valori e memoria, in questa sede sono felice di annunciare che stiamo accogliendo l’istanza della società di dedicare il campo centrale dell’impianto di Collegarola a Luciano Zanetti, un uomo che ha incarnato nella vita i valori del rugby, e che presto presenteremo il progetto”.

Enrico Freddi, presidente del Modena Rugby 1965, aveva aperto così il pomeriggio: “A livello numerico è già una stagione positiva: quest’anno infatti il Modena Rugby 1965 schiera due squadre per ogni categoria e questa è una grande soddisfazione. Un grazie speciale per la stagione che sta per cominciare va agli allenatori, che godono della nostra piena fiducia, agli accompagnatori e a tutti quelli che rendono possibile la nostra attività, gli sponsor e l’Amministrazione comunale. Un piccolo appello ai genitori – ha concluso il presidente Freddi –: lasciate giocare i vostri figli e supportate il loro impegno, perché per diventare campioni c’è tempo”. Presente all’evento anche Andrea Dondi, delegato provinciale del CONI, che ha elogiato lo stile del giocatore e del tifoso “ovale”: “Rispetto per l’avversario e per l’arbitro sono punti fermi di questo sport: continuate così perché questi sono valori importanti, su un campo da rugby e nella vita”.

La parola è infine passata a Giovanni Giacobazzi, presidente di Donelli vini e title sponsor di Seniores e Under 18: “Se da vent’anni il nostro nome è associato a quello del Modena Rugby è perché condividiamo i valori di questo sport e di questo club. È una grande gioia vedere qui tanti giovani e tante famiglie nonostante la pioggia, è segno di vicinanza e di uno sport che penetra nel territorio. Confermiamo il nostro sostegno al Modena Rugby 1965, è un onore vedere il nostro nome sulle vostre maglie”.

Spazio poi alla presentazione della nuova maglia della Prima squadra targata Erreà, indossata dal capitano Enrico Gibellini, e finita la presentazione ufficiale la festa si è spostata a tavola, tra musica, stand gastronomici e birra artigianale.

Condividi